Home Eco Lifestyle Quarry Life Award 2018 premia la biodiversità nei siti estrattivi

Quarry Life Award 2018 premia la biodiversità nei siti estrattivi

pubblicato il: - ultima modifica: 12 Ottobre 2021
quarry life award 2018

quarry life award 2018Finalmente l’edizione 2018 dell’iniziativa internazionale Quarry Life Award coinvolge per la prima volta anche il nostro Paese.

Si tratta di un concorso in cui cittadini, studenti, ricercatori, università, accademici e associazioni sono invitati a presentare la propria idea per promuovere la biodiversità nelle cave.

Il Quarry Life Award, promosso dal gruppo HeidelbergCement e giunto alla sua quarta edizione, ci offre un’opportunità importante per contribuire al valore ecologico ed educativo dei siti estrattivi, proteggendone e promuovendone la biodiversità in tutto il mondo.

Italcementi, che ha portato il Quarry Life Award nel nostro Paese, ha scelto come siti partecipanti all’iniziativa internazionale la cava di Colle Pedrino – che interessa i comuni di Palazzago e Caprino Bergamasco -, quella di Monte Giglio – sita nei comuni di Calusco d’Adda, Carvico e Villa d’Adda – che forniscono le materie prime per la cementeria di Calusco d’Adda e, nel Sud, la cava di Pian dell’Aia che rifornisce la cementeria di Isola delle Femmine – entrambe in provincia di Palermo.

Quarry Life Award, opportunità unica per presentare progetti di sostenibilità ambientale

Molte delle cave di estrazione delle materie prime per le cementerie sono habitat naturali per specie rare; la protezione della biodiversità nelle cave e la promozione della sua conoscenza sono dunque aspetti molto importanti.

Per favorire una migliore competizione fra tutti i partecipanti, il Quarry Life Award è suddiviso in due settori: il settore Ricerca e il settore Comunità, ognuno dei quali contiene tre categorie tra cui scegliere.

Il settore Ricerca si focalizza su progetti scientifici che aumentino la conoscenza dell’ecologia di un ambito estrattivo e/o portino a un miglioramento della biodiversità, del paesaggio, della gestione delle acque nei siti estrattivi e si rivolge ad accademici, scienziati, esperti e ONG.

Le categorie disponibili in questo settore sono:

  • gestione della biodiversità
  • ricerca sull’habitat e sulle specie
  • oltre i confini della cava

Il settore Comunità si concentra invece su progetti che aiutino le cave e le attività a inserirsi meglio nelle comunità locali e ad aumentare la consapevolezza del rispetto della biodiversità nei siti estrattivi.

Possono concorrere singoli cittadini o gruppi, studenti, classi scolastiche, ONG e comunità locali.

Le categorie disponibili in questo settore sono:

  • biodiversità e istruzione
  • costruire una relazione tra le cave e le comunità locali
  • progetto di classe per studenti (scuole primarie e secondarie)

I progetti dovranno essere inseriti nell’apposita sezione online del sito del concorso www.quarrylifeaward.it entro il 20 novembre 2017; entro il 1 dicembre 2017, le giurie nazionali del Quarry Life Award valuteranno le proposte inviate e selezioneranno i progetti che prenderanno parte al concorso vero e proprio.

I concorrenti saranno quindi invitati a sviluppare il proprio progetto di ricerca tra gennaio e settembre 2018.

Nell’autunno 2018, le giurie nazionali assegneranno quattro premi nazionali: due per i progetti migliori nel settore Ricerca e due per i progetti migliori nel settore Comunità (con premi di 5.000 euro e 2.500 euro rispettivamente per ogni settore).

Allo stesso tempo, tutti i progetti partecipanti verranno anche valutati da una giuria internazionale e concorreranno per i premi internazionali. I progetti migliori in ciascuna delle sei categorie riceveranno un premio internazionale di 10.000 euro. Il miglior progetto in assoluto riceverà un premio non inferiore a 30.000 euro.

Per poter partecipare anche al concorso internazionale è necessario che le proposte vengano scritte anche in lingua inglese.

Condividi: