Home Imprese Sostenibili 10 tesi per la sostenibilità, il concorso rivolto agli studenti universitari

10 tesi per la sostenibilità, il concorso rivolto agli studenti universitari

10 tesi per la sostenibilità

Aperte le iscrizioni fino al 20 dicembre per il bando di concorso 10 tesi per la sostenibilità, iniziativa che intende premiare i migliori progetti universitari dal punto di vista ambientale e sociale.

Sono aperte le candidature per il bando di concorso 10 tesi per la sostenibilità, l’iniziativa che intende premiare i progetti migliori dal punto di vista ambientale e sociale.

Un progetto, quest’ultimo, rivolto agli studenti italiani che abbiano conseguito una laurea magistrale, a ciclo unico o un titolo equivalente, in qualsiasi disciplina – scientifica o umanistica – negli anni accademici 2021/2022 o 2022/2023.

Le candidature rimarranno aperte fino al 20 dicembre sul sito della Fondazione Symbola. Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’indirizzo mail 10tesi@symbola.net.

Per presentare la propria domanda, i candidati dovranno inviare un short abstract di 500 parole, il testo completo della tesi in formato pdf, una copia del certificato in carta semplice o autocertificazione attestante la laurea o il diploma di II livello conseguito e una copia di un documento di identità in corso di validità.

Il premio è promosso da Fondazione Symbola, che aggrega le qualità italiane, Luiss e Unioncamere con il sostegno di Deloitte Climate & Sustainability, il patrocinio della Conferenza dei Rettori (Crui) e la collaborazione di Consorzio Inter-universitario AlmaLaurea, della Rete delle Università per lo Sviluppo sostenibile (Rus) e del Consorzio Interuniversitario nazionale per la Scienza e la Tecnologia dei Materiali (Instm).

I progetti di tesi possono provenire da 10 aree tematiche differenti e devono avere come idea predominante la sostenibilità, dal punto di vista ambientale e sociale.

Tra le discipline indicate sono incluse: matematica, fisica e informatica; chimica e biologia; scienze della terra; medicina; agraria, veterinaria scienze forestali; ingegneria civile e architettura; ingegneria industriale e dell’informazione; scienze dell’antichità, letterarie, artistiche, storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche; scienze giuridiche, politiche e sociali; economia e statistica.

Ai primi 10 classificati è riservato un premio di 2.000 euro, con la possibilità di condividere il proprio curriculum con un importante network di aziende a livello nazionale.

La scelta dei vincitori sarà affidata a un comitato scientifico guidato da Stefano Zamagni, primo docente di Economia politica all’Università di Bologna, e da Paola Severino, la seconda presidente della Luiss School of Law.

Sono 19 le università che hanno aderito all’iniziativa con presenze significative sull’intero territorio nazionale: la Federico II di Napoli, Tor Vergata, La Sapienza, la Ca’ Foscari di Venezia, la Bocconi, l’Università Cattolica del Sacro Cuore, il Politecnico di Milano, il Politecnico di Torino, l’Università Politecnica delle Marche, il Sant’Anna di Pisa, l’Universitas Mercatorum, le Università di Cagliari, Teramo, Camerino, Catania, Palermo e Brescia.

Condividi: