Home Eco Lifestyle Partecipate anche voi alla City Nature Challenge 2024 e aiutate a mappare...

Partecipate anche voi alla City Nature Challenge 2024 e aiutate a mappare la biodiversità

city challenge 2024

Un invito a tutti i nostri lettori a partecipare alla City Nature Challenge 2024 – di cui GreenPlanner è media partner – un grande evento di Citizen Science per la raccolta di dati sulla biodiversità urbana: partecipate anche voi, dal 26 al 29 aprile

Una competizione internazionale che ha scopi scientifici e che quest’anno coinvolgerà ben 675 città di tutto il mondo: i cittadini, dal 26 al 29 aprile, saranno chiamati a raccogliere e a segnalare il maggior numero di dati della biodiversità cittadina, ovvero tutte le specie selvatiche animali e vegetali che vivono nel territorio urbano e periurbano, sia marino che terrestre.

Per partecipare basta esplorare il territorio in cui si vive o prendere parte alle escursioni in natura organizzate dagli enti che danno supporto all’iniziativa, scattando foto della flora e fauna selvatica con lo smartphone o con una fotocamera digitale.

Le foto raccolte dovranno quindi essere caricate sulla piattaforma iNaturalist dal 30 aprile al 5 maggio dove, con l’aiuto di esperti naturalisti e scienziati di tutto il mondo, verranno identificate le specie fotografate. Quindi, il 6 maggio, saranno annunciati e pubblicati i risultati a livello mondiale sul sito ufficiale citynaturechallenge.org.

La City Nature Challenge è nato nel 2016 grazie all’Accademia delle Scienze della California e al Museo di Storia Naturale di Los Angeles; nella sua ultima edizione ha coinvolto 486 città con oltre 66.900 partecipanti e ha prodotto circa 1.870.000 osservazioni individuando più di 57.000 specie.

In Italia, l’evento è coordinato dal Cluster Biodiversità Italia, il network italiano che raccoglie gli enti che aderiscono all’iniziativa, in collaborazione con il Cesab attraverso l’impegno del biologo ambientale Antonio Riontino e di Alessandra Flore, responsabile del dipartimento di Scienze naturali del Cesab (Centro ricerche in scienze ambientali e biotecnologie).

Wwf Italia, Wwf Young, Aigae (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche), Afni (l’Associazione Fotografi Naturalisti Italiani) e Fondazione Marevivo contribuiranno a raccogliere i dati, nelle 13 città italiane che parteciperanno alla City Nature Challenge 2024; ecco i riferimenti:

  • Trinitapoli, con ente organizzatore Cea-Casa Di Ramsar
  • Manduria, con ente organizzatore le Riserve Naturali Regionali Orientate del Litorale tarantino orientale
  • Leverano, con ente organizzatore Ecomuseo Terra d’Arneo
  • Milazzo, con ente organizzatore Muma – Museo Del Mare
  • Messina, con ente organizzatore Assocea Messina Aps
  • Napoli, con ente organizzatore Città Della Scienza
  • Area Marina Protetta Regno di Nettuno, con ente organizzatore Area Marina Protetta Regno di Nettuno
  • Portofino, con ente organizzatore Outdoor Portofino
  • Siena, con ente organizzatore Museo di Storia Naturale dell’Accademia dei Fisiocritici
  • Bergamo, con ente organizzatore Museo Civico di Storia Naturale di Bergamo
  • Trieste, con ente organizzatore Wwf Trieste Odv
  • Trento e Predazzo, con ente organizzatore Muse – Museo delle Scienze

Partecipate numerosi, sarà l’occasione per esplorare, conoscere e fare scoperte incredibili sulla natura nella vostra città, come accadde nel 2022 quando è stata trovata una rara specie di muschio non più segnalata in Toscana dal 1968 (Physcomitrium pyriforme), oppure a Milazzo, nella stessa edizione, quando fu fotografato l’Usignolo dell’Africa (Cercotrichas galactotes), la specie più rara avvistata durante la sfida.

Condividi: