Home Imprese Sostenibili Il CRED della regione Campania si fa green

Il CRED della regione Campania si fa green

pubblicato il: - ultima modifica: 7 Agosto 2020
sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

La Campania è una delle regioni italiane più popolate, cosa che determina il fatto che anche la Pubblica Amministrazione abbia la necessità di innovare i processi organizzativi e le infrastrutture tecnologiche per rispondere alle esigenze di cittadini e imprese in maniera puntuale e trasparente.

Il “Centro Regionale Elaborazione Dati” (CRED) è la struttura che coordina tutte le attività connesse allo sviluppo dei sistemi informatici e che garantisce la continuità dei servizi ICT dell’Ente: è quindi il punto nevralgico di tutti i servizi delle pubbliche amministrazioni della regione.

Portale web della Regione Campania, posta elettronica, workflow documentale, contabilità, risorse umane, tasse auto sono solo alcune delle attività informatiche gestite dal CRED.

Vista l’aumentata attenzione di cittadini e pubblica amministrazione verso l’impatto che i data center hanno sul consumo energetico, la Regione Campania ha deciso di realizzare un sistema eco-compatibile ad alta efficienza, che prevede un investimento per la riduzione delle emissioni di CO2 dei propri sistemi IT.

La creazione di un’isola green all’interno del centro dati rappresenta dunque una soluzione in grado di garantire alte prestazioni, affidabilità, scalabilità ed efficienza, soprattutto nell’abbattimento dei consumi energetici.

Le tecnologie per la protezione della continuità elettrica e per il condizionamento di precisione sono state fornite da Emerson Network Power.

Partiti nel mese di marzo 2011 i lavori porteranno, entro gennaio 2013, all’attivazione di un data center regionale eco-compatibile in grado di garantire un uso razionale di energia e di risorse IT, in linea con il Codice di Condotta Europeo per l’efficienza energetica dei data center.

Condividi: