Home Tecnologie Ricarica auto elettrica: in Estonia la prima rete nazionale di ricarica rapida

Ricarica auto elettrica: in Estonia la prima rete nazionale di ricarica rapida

città: Estonia - pubblicato il:

abb-fast-chargerChi lo avrebbe detto. Nella controversa corsa all’auto elettrica ogni giorno leggiamo notizie contrapposte. Mercato inesistente (dati oggettivi), previsioni da Eldorado per le infrastrutture e i nuovi prodotti nei prossimi anni.

Paesi che investono milioni di dollari (Stati Uniti), con incentivi fiscali (Norvegia) e gruppi industriali sostanzialmente indifferenti (Fiat). Ma che l’Estonia guadagnasse il primato di prima nazione ad avere un’intera rete di sistemi di ricarica veloce capillarmente diffusa sul territorio, non era nelle previsioni degli addetti ai lavori.

Certo il Paese è grande poco più della Svizzera e conta 1,4 milioni di abitanti, quindi in termini assoluti sono numeri da città metropolitana, ma è l’approccio che stupisce in positivo. La rete costituita da 165 sistemi di ricarica ultraveloce in corrente continua collegati al web, forniti e installati da ABB, è stata inaugurata ufficialmente oggi.

Le stazioni di ricarica sono state installate in aree urbane con più di 5.000 abitanti e sulle strade principali che percorrono il paese, venendo a costituire così la più alta concentrazione di sistemi di ricarica in corrente continua presente in Europa. Sulle autostrade i sistemi di ricarica sono posizionati a circa  60 chilometri gli uni dagli altri rendendo possibile quindi ai veicoli elettrici di viaggiare ovunque nello stato Baltico senza esaurire le batterie, caricandosi in 15-30 minuti al massimo.

“ABB è lieta di aver costruito in Estonia la prima rete di ricarica ultraveloce a livello nazionale al mondo” ha dichiarato Ulrich Spiesshofer, responsabile della divisione ABB  Discrete Automation and Motion “Poter disporre di una rete di questo tipo a livello nazionale incoraggerà gli automobilisti a passare ai veicoli elettrici e spingerà altri paesi a investire in proprie infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici”.

“Il fatto che la ricarica sia così facile fa sì che sempre più estoni decidano per il futuro di scegliere veicoli elettrici” ha dichiarato il ministro dell’ambiente estone, Keit Pentus-Rosimannus “La nostra intera politica in materia di trasporti dovrebbe essere fondata sul concetto che viaggiare tenendo conto dell’ambiente è la più economica e semplice opzione che ci sia”.

Anche i tempi di realizzazione sono una conferma che alla volontà di innovare, possono seguire fatti concreti. Il gruppo ABB ha acquisito il contratto nel 2011 e ha completato la rete in soli sei mesi. Le operazioni commerciali per servire gli automobilisti estoni di veicoli elettrici sono affidate alla gestione di enti terzi locali, sfruttando un sistema di pagamento già utilizzato nel settore.

Non dimentichiamo che nel frattempo il Governo Estone offre incentivi fino al 50 percento sul costo del veicolo elettrico. In Italia comunque possiamo sorridere, dal 14 marzo entrano in vigore anche gli incentivi all’acquisto, di flotte elettriche (o anche ibride, o gpl  e metano), possibilmente con rottamazione, di aziende o servizi pubblici, validi anche per quadricicli e  due ruote, un po’… ma per tutti.

Carlo Iacovini, dopo una laurea in economia, ha progettato un sistema di car sharing elettrico per citycar… ma era il 1996, troppo presto. Carlo vanta 14 anni di esperienza nella consulenza manageriale, in aziende private e pubbliche, è fondatore e responsabile di NGO e progetti internazionali. Collabora con Green Planner Magazine per la stesura di articoli dedicati alla mobilità elettrica.

L’articolo originale è questo: La prima rete nazionale di ricarica rapida. In Estonia 165 punti fast charge

Condividi: