Home News Ginger, il crowdfunding territoriale per l’Emilia Romagna

Ginger, il crowdfunding territoriale per l’Emilia Romagna

pubblicato il: - ultima modifica: 2 Giugno 2020

Se i finanziamenti non arrivano dai canali istituzionali, banche o aziende venture capital, allora usando la creatività e le nuove tecnologie si possono recuperare attraverso il crowdfunding, ovvero il finanziamento sociale che viene raccolto utilizzando il web.

Non è certo una novità in senso assoluto ed esistono già diversi circuiti, anche in Italia, che si preoccupano di mettere in contatto imprenditori con le idee giuste con i potenziali finanziatori.

Ma nel caso di Ginger, Gestione Idee Nuove e Geniali in Emilia Romagna, la particolarità è che è rivolto specificamente al territorio regionale.

Ginger è un’idea nata da 5 ragazze che vivono a Bologna e che da anni lavorano nell’ambito della cultura e della creatività in Italia e all’estero. Il progetto è risultato tra i vincitori del Bando IncrediBOL, edizione 2012 promosso dal Comune di Bologna.

// <![CDATA[
(function() {
if (document.readyState === 'complete') return;
if (typeof EbuzzingCurrentAsyncId === 'undefined') window.EbuzzingCurrentAsyncId = 0;
else EbuzzingCurrentAsyncId++;
var containerId = 'EbuzzingVideoContainer' + EbuzzingCurrentAsyncId;
document.write('’);
var params = {“size”:4}; eval(‘window.EbuzzingScriptParams_’ + containerId + ‘ = params;’);
var s = document.createElement(‘script’);
s.async = true; s.defer = true;
s.src = ‘//crunch.ebuzzing.com/feed_channel66607.js?target=’ + containerId;
var x = document.getElementsByTagName(‘script’)[0];
x.parentNode.insertBefore(s, x);
})();
// ]]>

Si tratta di una piattaforma web rivolta a creativi, imprese e istituzioni per facilitare i contatti e ridurre il gap che sussiste tra questi tre attori nell’attuale mondo del lavoro; il suo compito principale è di mettere a disposizione una rete di contatti, una community, che nasce dalla volontà di seguire le idee da vicino e farle crescere grazie all’attivazione di reti territoriali, trasformando il crowdfunding in leva per lo sviluppo economico e sociale.

Il progetto sarà presentato martedì 18 giugno a Bologna nel corso di un evento aperto a tutti. L’incontro sarà l’occasione per illustrare le caratteristiche e le funzionalità della piattaforma, presentare i primi progetti sostenuti da Ginger e riflettere sulle potenzialità del crowdfunding in termini di innovazione diffusa, partecipazione, coinvolgimento del territorio.

La presentazione sarà preceduta da un video-contributo di Dan Marom, co-autore di The Crowdfunding Revolution (McGraw-Hill, 2012), uno dei libri più aggiornati e lungimiranti in materia di trend globali relativi al crowdfunding. A seguire interverranno Agnese Agrizzi e Virginia Carolfi che presenteranno la piattaforma e daranno la parola ai primi progetti inseriti sulla piattaforma:

  • Spazio Grisù, creative factory di Ferrara che riunisce 18 startup creative offrendo spazi in comodato gratuito e una rete di partner a sostegno delle neo-imprese. Grazie a Ginger, Spazio Grisù lancerà una campagna per raccogliere i fondi necessari all’allestimento del cortile interno per ospitare ogni tipo di eventi
  • Massimo Moretti, WASP Project (Ravenna), rivoluzionaria impresa per realizzare una stampante 3d in grado di stampare case a bassissimo costo e impatto ambientale. Tramite Ginger sarà possibile contribuire a questo progetto acquistando stampanti 3d più piccole ma già perfettamente funzionanti
  • Concorto Cinematica (Piacenza), che presenta il Microcinema, una vera sala cinematografica in miniatura da 25 posti, a Piacenza, nel Quartiere Roma, il cuore multiculturale della cittadina emiliana
  • Cracking Art Group l’arte è in prima fila per poter beneficiare del crowdfunding, sia perché esso scardina le tradizionali logiche del mercato dell’arte, sia per il suo potere di coinvolgere la cittadinanza

A chiudere l’evento sarà l’Assessore all’Innovazione al Comune di Bologna, Matteo Lepore, che rifletterà sulle potenzialità del crowdfunding civico e territoriale in relazione alle attività di una pubblica amministrazione. A seguire So glad to be crowd party nel parco del Cavaticcio con aperitivo e dj set a cura di Girlfriends in a Coma.

Condividi: