Home News Italtherm aumenta la produzione e torna nel vecchio stabilimento

Italtherm aumenta la produzione e torna nel vecchio stabilimento

pubblicato il: - ultima modifica: 7 Agosto 2020
sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

italthermItaltherm, azienda emiliana, torna nel vecchio e più capiente stabilimento grazie all’aumento della produzione.

La scelta di investire in prodotti ad alta efficienza energetica, di operare in Italia e all’estero e soprattutto di difendere i posti di lavoro ha ripagato a tal punto che in soli due anni è stato necessario trovare una sede operativa più capace, quella chiusa dalla precedente proprietà.

Con la promessa di recuperare presto le posizioni di mercato e i dipendenti lasciati a casa.

// //

Nonostante la crisi economica globale coinvolga tutti, l’azienda emiliana ritorna a Pontenure, in provincia di Piacenza, dove si era interrotta la vita trentennale della precedente realtà imprenditoriale, in uno stabilimento più grande in grado di sostenere una produzione decisamente maggiore di quella realizzata fino all’estate scorsa.

Ciò è stato possibile grazie alla determinazione di tutto lo staff, alla capacità dei progettisti di proporre al mercato prodotti a basso impatto ambientale e alla proprietà che ha difeso i propri dipendenti puntando sulla green rconomy.

Italtherm infatti fino a due anni fa non esisteva. I suoi dipendenti lavoravano per un’altra azienda, che faceva capo a una multinazionale tedesca leader nel settore.

“La casa madre decise all’improvviso di chiudere lo stabilimento e lasciare a casa tutti i dipendenti” ha spiegato il direttore commerciale Pietro Giannotta “Una scelta incomprensibile, in quanto la vecchia azienda aveva da sempre avuto dei risultati straordinari. È stata una situazione dolorosa, visto che oltre 200 dipendenti provenienti dalle zone limitrofe a Piacenza sono rimasti senza lavoro”.

“Noi non ci siamo stati, ci siamo voluti ribellare alle logiche industriali globali, perché crediamo che un’azienda sia fatta dai suoi dipendenti e dai suoi progettisti. Così abbiamo deciso di dare vita a Italtherm” ha continuato il presidente Paolo Mazzoni “Abbiamo richiamato parte del vecchio personale, messo a punto nuovi prodotti che fossero tutti attenti all’ambiente, e riavviato la macchina. E ora eccoci qui, a riprendere il discorso interrotto alcuni anni fa, con la produzione che continua ad aumentare e con l’obiettivo di recuperare tutte le posizioni perdute e tornare a essere quello che siamo stati per trent’anni”.

Condividi: