Home Imprese Sostenibili Palazzo Fava ottimizza la protezione termica del capolavoro di Vermeer

Palazzo Fava ottimizza la protezione termica del capolavoro di Vermeer

Per rendere gli spazi idonei all’esposizione delle importanti opere d’arte esposte, Palazzo Fava ha ottimizzato la gestione termica delle sue sale avvalendosi dell’aiuto degli esperti di Emerson Network Power grazie a un progetto che comprende le soluzioni Liebert HPM a espansione diretta condensati ad aria e ad acqua.

Palazzo Fava, ubicato nel cuore della città di Bologna, viene edificato alla fine del Quattrocento in età medievale, ma la struttura attuale prende forma durante il Rinascimento. Oggi è parte del progetto Genus Bononiae, Musei nella Città e comprende il Museo Civico Medievale di Bologna e il Palazzo delle Esposizioni, con il suo Caffè Letterario Carracci Fava.

In particolare il Palazzo delle Esposizioni ha una superficie di oltre 2600 mq e ospita regolarmente esposizioni permanenti e mostre provenienti da importanti collezioni pubbliche e private, come quella inaugurata l’8 febbraio 2014 dal titolo La ragazza con l’orecchino di perla, una rassegna che include, oltre al famosissimo dipinto di Vermeer, anche quattro opere di Rembrandt e tele dei massimi protagonisti dell’arte olandese del Seicento.

Durante l’intervento di ottimizzazione volto a garantire il mantenimento delle migliori condizioni di temperatura e umidità degli spazi che ospitano le numerose opere d’arte esposte nel Palazzo, la struttura si è affidata agli esperti in Thermal Management di Emerson Network Power e di Ferretti Impianti, azienda bolognese specializzata nel settore della progettazione, installazione, manutenzione e gestione di impianti di condizionamento e climatizzazione. Sono stati installati condizionatori Liebert HPM a espansione diretta, serie constant condensati ad aria e ad acqua con lo scopo di assicurare all’edificio storico condizioni termiche ottimali.

Nello specifico, sono stati installati presso Palazzo Fava due condizionatori ad aria (modelli S1AKA e HCR17) e tre ad acqua (modelli S0HKW e S1AKW) della serie Liebert HPM. Queste soluzioni, caratterizzate da un design compatto che assicura prestazioni ottimali e dotati di scambiatori di calore sovradimensionati e aerodinamica ottimizzata, consentono i consumi energetici più bassi del settore del condizionamento di precisione. Inoltre la comoda interfaccia utente e l’accesso rapido alle regolazioni meccaniche abbreviano i tempi della manutenzione ordinaria.

“Creare un ambiente ideale in termini di gestione termica è per noi fondamentale per garantire le condizioni adeguate all’esposizione delle più illustri e apprezzate opere d’arte, ora e per il futuro. Palazzo Fava aveva la necessità di affidarsi a un team di esperti che ci permettesse di proteggere le tele con un occhio di riguardo ai consumi energetici” ha dichiarato il professor Fabio Roversi Monaco, presidente di Genus Bononiae Musei nella Città, il circuito museale di cui Palazzo Fava fa parte.

“La nostra missione è da sempre progettare soluzioni che possano migliorare la gestione termica che si parli di infrastrutture IT, di server o, come in questo caso, di bellissimi palazzi rinascimentali. Siamo felici di poter mettere la nostra expertise a disposizione di uno dei cuori pulsanti della vita culturale della città di Bologna” ha concluso Andrea Faeti, thermal management sales director, Emerson Network Power in Italia.

Condividi: