Home News Casa Hoval, si avvicina la fine dei lavori

Casa Hoval, si avvicina la fine dei lavori

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
magazzino casa hoval

magazzino casa hovalCasa Hoval comincia a prendere vita. Manca meno di un mese alla fine dei lavori e al trasloco delle attività nella palazzina uffici, ma in una parte dell’edificio il cuore ha già iniziato a pulsare. In agosto infatti il magazzino è stato completamente allestito e oggi il rumore dei carrelli elevatori che caricano i prodotti in consegna si alterna alle vibrazioni e al vociare del cantiere.

Conciliare i lavori in cantiere con il trasloco in magazzino, il tutto per di più concentrato nel mese di agosto e con un preciso cronoprogramma da seguire, non è stato certo semplice. Eppure le criticità dovute alla sovrapposizione delle due diverse attività sono state brillantemente risolte grazie alla perfetta collaborazione con i progettisti e le aziende partner, grazie anche alla disponibilità e all’efficienza progettuale e operativa di Prokoss Mobilrot, fornitore delle scaffalature del nuovo magazzino.

Prokoss Mobilrot non è una new entry per Hoval, ma un partner fidelizzato cui Hoval si era rivolta anche per l’allestimento del precedente magazzino nella vecchia sede. Il suo punto di forza? La capacità di tradurre in progetti le specifiche necessità del cliente, con un approccio quasi sartoriale.

“Il nostro valore aggiunto” spiega Benedetto Zito, responsabile export della Prokoss Moblirot “è proprio la capacità di allestire soluzioni studiate su misura, come in questo caso. Qui infatti abbiamo previsto, oltre a una scaffalatura portapallet per il deposito del prodotto finito, accessibile con i carrelli elevatori, anche una struttura multipiano per lo stoccaggio dei ricambi. Si tratta di una composizione modulare e flessibile di scaffalature a incastro, disposte su due piani, oltre a un piano terra, attrezzabili con una serie di accessori. Protetta da tamponature e ringhiere, vi si può accedere con l’utilizzo di scale. Lo scheletro è costituito da una serie di ripiani, accessoriati con componenti studiati per contenere qualsiasi tipo di minuteria. Flessibilità, parlando di scaffali, significa soprattutto possibilità di modificare e ampliare in qualsiasi momento, in base alle necessità, lo spazio a disposizione”.

Anche in magazzino l’attenzione alla Corporate Identity non viene mai meno. Sugli scaffali domina il colore rosso e prevale un design semplice e lineare, privo di spigoli vivi. Se di eleganza si può parlare, trovandoci in un magazzino, quello di Casa Hoval è sicuramente un magazzino elegante. Non a caso design e attenzione all’estetica sono due must per Prokoss Mobilrot, azienda abituata da anni ad allestire spazi nel settore del Fashion. E un tocco di eleganza, benché in un ambito tanto diverso, non poteva mancare neanche in Casa Hoval.

In meno di tre settimane il magazzino è stato allestito e reso operativo. Per poter ottenere questo risultato, scongiurando il rischio di qualsiasi disagio alla clientela, ogni fase dell’installazione delle scaffalature e del trasloco della merce è stata accuratamente pianificata con il progettista e con Prokoss Mobilrot. Molto utile è stato anche utilizzare una modalità di Hand to hand deliveries, vale a dire di consegna diretta al cliente, bypassando temporaneamente il magazzino. In questo modo è stata garantita la puntualità delle consegne, con piena soddisfazione dei clienti Hoval.

Cosa è cambiato con il trasferimento del nuovo magazzino? “Molto” conferma Emanuele Santi, responsabile Logistica Hoval “Tra il vecchio e il nuovo magazzino c’è una bella differenza. A cominciare dal layout e da una maggior razionalizzazione degli spazi a terra. Oggi abbiamo una maggior capacità di stoccaggio dei pallet e abbiamo ottimizzato i percorsi di picking utilizzando corsie accessibili da entrambe le direzioni. In questo modo siamo riusciti a migliorare l’efficienza delle attività di magazzino”.

“Sia in fase progettuale che costruttiva” continua Santi “anche per il magazzino è stata poi posta una grande attenzione alla ricerca dei materiali e delle soluzioni finalizzate a ottenere un edificio ad altissima efficienza energetica. Grazie a un accorgimento tecnico-costruttivo siamo stati in grado di installare una minigonna lungo tutte le superfici dell’edificio che consente di mantenere all’interno della struttura una temperatura e un microclima adeguati, anche in presenza di temperature esterne molto elevate. Con queste premesse non abbiamo dovuto installare impianti di condizionamento e abbiamo migliorato il nostro fabbisogno energetico, con un conseguente risparmio. Per riscaldare gli ambienti e permettere contemporaneamente il riciclo dell’aria è stata inoltre prevista l’installazione di quattro sistemi di termoventilazione TopVent DHV-6, a elevata potenza ed efficienza, mentre all’interno dell’ufficio logistica abbiamo installato un impianto di ventilazione meccanica controllata HomeVent Confort FR 180, studiato per mantenere un microclima adeguato. L’ufficio logistica è integrato nella struttura del magazzino ed è stato studiato per avere una visione e un controllo immediato di tutte le attività che si svolgono in magazzino”.

Nuova, rispetto al passato, anche la tettoia esterna: un dettaglio progettuale e costruttivo ben studiato, che ci permette di ampliare ulteriormente la superficie del magazzino, creando una sorta di polmone dove poter depositare il materiale per il carico e lo scarico. In questo modo i TIR non devono più entrare nelle aree di carico: il TIR rimane all’esterno e il materiale viene depositato sotto la tettoia. Si tratta di uno spazio ampio, che corrisponde a circa 60-70 posti pallet.

Primo ambiente perfettamente funzionante in Casa Hoval, il nuovo magazzino è il risultato di un mix di sinergia ben riuscita tra Hoval, i progettisti e le aziende partner. Ma anche della disponibilità di tutti coloro che, a dispetto del mese di agosto e delle mancate ferie estive, hanno proseguito i lavori di Casa Hoval con instancabile dedizione: come potete vedere dal video qui sotto.

Condividi: