Home News Giornata mondiale dell’alimentazione: non sprecare il cibo

Giornata mondiale dell’alimentazione: non sprecare il cibo

pubblicato il: - ultima modifica: 9 Agosto 2020
giornata mondiale dell'alimentazione

giornata mondiale dell'alimentazioneIn occasione della Giornata mondiale dell’alimentazione, che si celebra il 16 ottobre, l’assessore della Provincia di Bolzano all’ambiente Richard Theiner richiama a non sprecare il cibo: nel mondo oltre un miliardo di persone soffre la fame e per contro solo in Alto Adige vengono gettati ogni anno in media 94 kg di generi alimentari per ogni nucleo familiare.

Secondo gli studi della FAO, nel mondo circa un terzo di generi alimentari destinati al consumo viene sprecato nel percorso della catena alimentare, in Europa e nel Nordamerica la quantità media annuale oscilla tra i 95 e i 115 kg pro capite.

Una stima dell’Ufficio provinciale gestione rifiuti ha fissato in 94 kg la quota di generi alimentari gettata ogni anno dal singolo nucleo familiare. Nella spazzatura finisce una quantità pari a circa 282 euro.

L’assessore Richard Theiner invita a un atteggiamento più attento verso il cibo, e non solo per evitare sprechi inutili: “Un corretto rapporto con i generi alimentari significa aiutare l’ambiente ma anche risparmiare denaro e ridurre i costi di smaltimento”.

L’Agenzia provinciale per l’ambiente fornisce allo scopo alcue raccomandazioni: prima degli acquisti dare un’occhiata nel frigorifero ed evitare di acquistare prodotti di cui già si dispone in modo sufficiente; acquistare ciò che si è annotato sulla lista della spesa, evitando generi superflui che poi finiscono tra i rifiuti; valutare bene le offerte che attirano il cliente al sipermercato, che spesso inducono ad acquisti di prodotti non necessari; seguire le indicazioni sulla corretta conservazione del cibo; valutare i prodotti oltre la data di scadenza, perchè il più delle volte si possono ugualmente consumare senza problemi; preparare nel piatto porzioni non troppo grandi, in modo da evitare avanzi che spesso vengono gettati nella spazzatura; sempre nel caso di avanzi di cibo, questi posso essere rielaborati per altre pietanze: il pane per i canederli, ad esempio, la pasta per gli sformati, frutta cruda per la composta.

Condividi: