Home News Nelle Marche un progetto pilota di smart grid

Nelle Marche un progetto pilota di smart grid

città: - pubblicato il:
smart grid

smart gridA San Severino Marche il Politecnico di Milano, Dipartimento di Energia, e Siel, azienda specializzata in sistemi di alimentazione di emergenza ed energie rinnovabili, stanno rivoluzionando con un progetto pilota (incentivato dall’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico, Delibera ARG/elt 39/10), la rete elettrica del Distributore A.S.SE.M. In particolare si sta dando attenzione al ruolo dell’utente.

Si tratta di un prototipo di smart grid basato sull’uso di nuovi sistemi per la protezione, il controllo e il monitoraggio delle reti, con un uso intelligente dei vettori di comunicazione fibra ottica, Wi-Fi e 3G.

Le evoluzioni prospettate permettono di superare le attuali limitazioni delle reti di distribuzione elettrica, e rendono possibile un reale e significativo contributo della generazione distribuita (fotovoltaico, eolico) alla sicurezza e affidabilità dell’intero sistema, nonché alla qualità del servizio reso all’utenza finale.

L’intervento è stato volto a presentare i risultati sperimentali del progetto in relazione a funzionalità innovative quali la gestione del sistema di protezione di interfaccia degli utenti da remoto mediante lo scambio di segnali con le protezioni del Distributore di energia elettrica.

È stato approfondito il ruolo dell’Utente Attivo nell’architettura smart grid, soffermandosi, in particolare, sulle potenzialità degli inverter fotovoltaici di nuova concezione impiegati nel progetto per l’implementazione di funzionalità di supporto alla rete. La sperimentazione ha previsto lo sviluppo di algoritmi di regolazione della potenza attiva e reattiva immessa in rete dalle unità di generazione distribuita, sia attraverso leggi di controllo locali, che per mezzo di logiche centralizzate implementate sul sistema SCADA/DMS nella cabina primaria A.S.SE.M., per esempio ai fini del controllo della tensione di rete.

Gli inverter fotovoltaici Siel implementano tutte le funzionalità richieste dalla normativa di connessione in rete BT CEI 0-21 e in rete MT/AT CEI 0-16, oltre che ai requisiti funzionali richiesti dal progetto smart grid A.S.SE.M., relativamente alla regolazione della potenza reattiva immessa in rete, alla regolazione della potenza attiva prodotta, alla insensibilità alle variazioni di tensione, alla regolazione della potenza reattiva Q e di quella attiva P è eseguita in logica locale e in logica centralizzata (per il controllo della tensione e frequenza al PdC punto di consegna dell’energia mediante riferimenti inviati attraverso plant controller).

Il progetto aveva già visto il suo coronamento in un seminario tenutosi a San Severino Marche nel settembre 2014 e organizzato da A.S.SE.M. SpA stessa e che ha visto la partecipazione di tutti gli attori coinvolti nel progetto, pubblici e privati, incluse aziende fornitrici di innovazioni tecnologiche come Siel.

Condividi: