Home News 3PClim, i mutamenti climatici nelle Alpi

3PClim, i mutamenti climatici nelle Alpi

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
mutamenti climatici delle alpi

mutamenti climatici delle alpiDati, situazione e prospettive del clima nell’area alpina tra Tirolo, Alto Adige e Bellunese sono stati analizzati nel progetto triennale transfrontaliero 3PClim appena concluso. I risultati saranno presentati giovedì 26 marzo a Bolzano.

La grande area che va dal Tirolo all’Alto Adige e al Veneto settentrionale presenta una densità di reti di stazioni meteorologiche tra le più alte al mondo, ma, rispetto a molte regioni circostanti, nessuna analisi climatologica attuale delle misurazioni e nessuna sinottica delle trasformazioni climatologiche su scala regionale.

L’ultima climatologia del Tirolo e delle aree circostanti risale al 1975 con dati compresi fra il 1931 e il 1960. Ma alla luce dei cambiamenti climatici molte conclusioni di quel lavoro non sono rapportabili ai nostri giorni.

È nato quindi tre anni fa il progetto Interreg IV 3PClim (dove le tre P stanno per passato, presente e prospettive), con l’obiettivo di condurre un lavoro climatologico completo e uniforme che soddisfi le attuali richieste dell’area con Tirolo, Alto Adige e Bellunese, anche grazie ai nuovi metodi di telerilevamento (satelliti, radar, rilevazione dei fulmini) che aprono la via a nuove possibilità di elaborazioni climatologiche.

Inoltre saranno analizzati i cambiamenti climatici nelle prossime decadi. Il progetto, a cui hanno partecipato il Servizio meteo provinciale e gli omologhi di Innsbruck e Arabba, ha elaborato una sorta di atlante del clima con i dati dal 1981 al 2010 e sviluppato prospettive climatiche dal 2026 al 2055 e oltre.

I risultati del progetto 3PClim saranno presentati nella Conferenza finale in programma a Bolzano giovedì 26 marzo
alle ore 10:30 nella sede della Protezione civile in viale Druso 116.

Condividi: