Home Imprese Sostenibili A Verona vincono il Klimaenergy Award e la buona mobilità

A Verona vincono il Klimaenergy Award e la buona mobilità

città: - pubblicato il:
comune di verona
comune di verona
Enrico Toffali, Assessore all’Ambiente del Comune di Verona

Il Klimaenergy Award 2015 va alle buone pratiche di mobilità sostenibile attuate in questi anni a Verona.

All’Assessore all’Ambiente del Comune, Enrico Toffali, Magazine Green Planner ha rivolto qualche domanda per inquadrare le prossime mosse in cantiere.

Quali altri progetti green avete attuato in termini di partecipazione attiva alla cittadinanza?

Il Comune di Verona è impegnato su diversi fronti che riguardano in particolare la mobilità sostenibile. Una novità è data dall’attivazione che avverrà nel corso del 2015, di un servizio di car sharing nella nostra città. Sulla base delle esperienze già maturate in altre realtà, l’Amministrazione Comunale si è orientata verso un sistema di car sharing innovativo, a flusso libero.

Tale sistema non prevede né vincoli di prenotazione della vettura né del luogo di sosta, con possibilità di lasciare l’auto in un punto diverso da quello di prelievo, poiché è consentito prelevare e consegnare l’auto in qualsiasi punto all’interno di un perimetro definito. Con il servizio di car sharing sarà consentito inoltre l’accesso illimitato alla Z.T.L. e la sosta nelle aree delimitate dalle strisce blu a pagamento a titolo gratuito, con ulteriori 26 stalli dedicati.

I benefici ambientali arriveranno anche dal fatto che, delle 35 auto offerte, 10 saranno a esclusiva trazione elettrica, tutte omologate per 4 persone. A cura del soggetto attuatore, inoltre, saranno realizzate almeno 4 zone di ricarica elettrica attrezzate con apposite colonnine.

Inoltre è in corso di sviluppo l’infrastruttura di governo della mobilità (ITS), la messa a regime della Centrale della Mobilità e delle piattaforme per il monitoraggio della viabilità e di infomobilità. In particolare si stanno sperimentando alcuni sistemi di navigazione assistita (cooperative systems) a vantaggio del traffico privato e pubblico, ai fini di una maggiore consapevolezza alla guida e per la sicurezza stradale.

L’esperienza che si sta maturando su questo innovativo fronte se, da un lato, consentirà di fornire supporto agli automobilisti e ai mezzi del trasporto pubblico, dall’altro consentirà di usufruire di un notevole know-how da mettere a disposizione dell’utenza debole attraverso alcuni sotto-progetti, come fornire a pedoni e ciclisti alcune informazioni di infomobilità mediante applicazioni specifiche.

A breve, infine, sarà disponibile il nuovo portale web di infomobilità Veronamobile.it che riporterà non solo informazioni sul traffico e sulla viabilità, ma servirà quale canale per fornire informazioni ai cittadini e ai turisti sulla possibilità di usufruire di soluzioni di intermodalità: dall’auto privata o autobus, all’interscambio nei tratti in città mediante il bike sharing, attivo a Verona dal 2012, e percorsi pedonali.

Condividi: