Home News Sostenibilità: Biogen raggiunge la carbon neutrality

Sostenibilità: Biogen raggiunge la carbon neutrality

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
biogen

biogenBiogen ha raggiunto la carbon neutrality.

L’importante risultato è stato annunciato in occasione della presentazione del Corporate Citizenship Report 2014, che riassume l’impegno dell’azienda verso la sostenibilità ambientale, la filantropia e la diversità.

Si tratta di un traguardo conquistato attraverso un’iniziativa pluriennale volta a ridurre le proprie emissioni complessive (-70% dal 2006), investendo in progetti ambientali per compensare il carbonio residuo derivante dalle sue attività, comprese le emissioni prodotte dai fornitori, gli spostamenti dei dipendenti e i viaggi d’affari.

“La stessa disciplina intellettuale e il rigore che guida la nostra scienza si riflette sulla nostra cittadinanza d’impresa” ha sottolineato George A. Scangos, Chief Executive Officer “Questo significa migliorare i dati relativi all’accesso dei pazienti alla salute, rafforzando il nostro impegno per la sostenibilità ambientale, la filantropia, lo sviluppo dei dipendenti e il miglioramento della comunità. Quest’anno abbiamo fatto progressi significativi in tutte queste aree e la nostra capacità di raggiungere la carbon neutrality dimostra la nostra consolidata leadership e il nostro impegno per la tutela ambientale”.

Per ottenere la carbon neutrality Biogen dal 2006 ha ridotto le emissioni di carbonio del 70% e prevede di raggiungere l’80% entro il 2020 (su base 2006). Come parte del programma Net Zero Carbon Footprint, l’azienda è impegnata a compensare le rimanenti emissioni di carbonio che sono associate al suo business.

Complessivamente, l’impatto zero è stato raggiunto investendo in tecnologie sostenibili, strutture e processi di produzione altamente efficienti, tra cui sistemi di riscaldamento e di raffreddamento ad alta efficienza, energia mediante cogenerazione e sistemi di distribuzione avanzati per conservare l’acqua. Inoltre, Biogen ricicla il 99% dei suoi rifiuti, ottenendo compost o energia attraverso la combustione.

L’azienda ha collaborato con i suoi principali fornitori nella gestione del loro impatto ambientale incoraggiando una regolare rendicontazione del loro consumo energetico e delle emissioni di carbonio al fine di stabilire e raggiungere gli obiettivi di riduzione. Attualmente, circa il 70% delle emissioni di carbonio associate alle attività di Biogen proviene dai suoi fornitori.

Infine Biogen ha investito in programmi di offset che finanziano l’energia eolica, solare e idroelettrica a basso impatto negli Stati Uniti, Danimarca e Svizzera. Biogen sta anche investendo in progetti di recupero di gas da discarica che utilizzano i gas metano naturalmente presenti in natura per produrre energia.

// //

Nel calcolo delle emissioni di carbonio, Biogen ha seguito la metodologia del GHG Protocol Corporate Standard per i gas a effetto serra, lo strumento contabile internazionale più utilizzato per la quantificazione e la gestione delle emissioni di carbonio.

L’azienda ha inoltre assunto revisori indipendenti per convalidare i suoi calcoli di emissioni di carbonio e la dichiarazione di carbon neutrality, in particolare da Trucost, in accordo con AA1000 Assurance Standard (2008) e da ERM Certification and Verification Services, Inc. sulla base dello standard ISO14064:3.

All’inizio di questo mese, l’azienda si è posizionata prima nella classifica Top Green Companies in the World 2015 pubblicata su Newsweek ed è stata nominata leader nel settore delle biotecnologie sul Dow Jones Sustainability Index World nell’ottobre 2014. Nel gennaio 2015, Biogen è stata inoltre nominata l’azienda più sostenibile al mondo nella classifica annuale Global 100 redatta dalla società di consulenza Corporate Knights.

Benchè l’azienda non abbia siti di ricerca e produzione in Italia, l’attenzione per l’ambiente è invariata. A cominciare dai consumi di energia: “Grazie a un accordo con Lifegate, il 100% dell’energia proviene da fonti rinnovabili. In questo modo anche l’Italia ha contribuito significativamente all’azzeramento delle emissioni del Gruppo” ha dichiarato Giuseppe Banfi, Amministratore Delegato di Biogen Italia.

Nella sede di Milano è stato inoltre creato un green team, un gruppo di dipendenti che ha il compito di rendere l’ambiente di lavoro più ecosostenibile e di educare i colleghi a comportamenti virtuosi in termini di impatto ambientale.

Biogen Italia ha, per esempio, stimolato il riciclo a tutti i livelli, sensibilizzando i dipendenti e rendendo disponibili tutti gli strumenti utili a favorirlo. Ha inoltre aderito alla campagna thinkbeforeprinting.org che vuole limitare il consumo di carta e la conseguente deforestazione. Per ogni impiegato è stato piantato un albero e tutta la carta utilizzata è riciclata, certificata ecolabel. Tra gli obiettivi del green team: promuovere l’uso del bike sharing cittadino BikeMi, ridurre lo spreco di acqua, e la sponsorizzazione del programma Area verde in città.

Condividi: