Home News Fotovoltaico: l’energia sarà prodotta anche dalle finestre

Fotovoltaico: l’energia sarà prodotta anche dalle finestre

pubblicato il: - ultima modifica: 5 Agosto 2020
sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

fotovoltaico trasparenteIl fotovoltaico amplia le sue possibilità di utilizzo e presenta le prime finestre in grado di produrre energia.

Il fotovoltaico continua il suo percorso di crescita e propone una nuova soluzione che di certo riscuoterà un grande successo sul mercato. Sono partite infatti le prime sperimentazioni delle finestre fotovoltaiche, degli innovativi dispositivi in grado di produrre energia elettrica.

Semplici da installare, le finestre fotovoltaiche saranno accessibili a un pubblico molto più vasto grazie ai costi decisamente ridotti che secondo gli esperti richiedono un finanziamento recuperabile nell’arco di cinque anni.

Se quindi siete interessati a questa soluzione vi suggeriamo di iniziare a valutare le proposte per i prestiti del mercato, iniziando per esempio con la consultazione della guida di Findomestic degli esperti di SuperMoney e di tutti gli altri operatori del mercato creditizio.

Fotovoltaico: l’ultima novità sono le finestre

Le finestre fotovoltaiche sono l’ultimo successo del fotovoltaico trasparente a base organica. Facili da installare e decisamente più convenienti, sia per i costi di produzione sia per i processi produttivi, questi innovativi dispositivi sono in grado di produrre energia elettrica come qualunque altro pannello solare attualmente in commercio. Integrando un pannello solare organico ultrasottile, capace di assorbire otticamente i fotoni luminosi, permettono di generare elettricità e garantire un ottimo livello di trasparenza delle superfici.

Per rendere possibile il processo di produzione dell’energia elettrica, i ricercatori hanno anche creato un gel trasparente contenente silicio amorfo da inserire nell’intercapedine della superficie trasparente. A tal proposito ricordiamo che quando si parla di fotovoltaico trasparente si fa riferimento a diverse tecnologie: fotovoltaico trasparente in gel di silicio, fotovoltaico trasparente a base organica e fotovoltaico trasparente a base di grafene.

In questo caso la quantità di energia prodotta varierà in base al tipo di soluzione adottata, passando da un minimo di 100 watt per metro quadrato, fino a un massimo di 300 watt per metro quadrato.

Alcuni limiti operativi

Anche in questo caso non mancano dei punti critici su cui lavorare. Il primo riguarda la quantità di energia prodotta, inferiore rispetto a quella dei pannelli solari; il secondo l’impossibilità di orientare le finestre in base all’irraggiamento solare.

I ricercatori stanno però continuando a perfezionare i dispositivi e attualmente stanno cercando di valutare anche nuove applicazioni per il fotovoltaico trasparente a base di grafene, un materiale più duro del diamante, totalmente trasparente e in grado di condurre elettricità.

Condividi: