Home News Impianto di biogas: energia e calore da suolo e risorse naturali

Impianto di biogas: energia e calore da suolo e risorse naturali

grazioli-biogas-1L’azienda agricola Grazioli di Borghetto Lodigiano ha installato un impianto di biogas da 250 kW alimentato all’80% da matrici aziendali.

Il grande vantaggio di questo impianto è il sistema di pretrattamento BIOacceleratorS, che permette l’utilizzo di substrati difficili e di incrementare notevolmente la resa dei prodotti conferiti.

Nel piccolo comune di Borghetto, nel Lodigiano, si contano appena 4.000 abitanti ma è proprio qui, sulle rive del fiume Sillaro, che sorge l’azienda agricola e zootecnica Grazioli.

Una realtà agricola a conduzione familiare che in materia di utilizzo del suolo e delle risorse naturali ha molto da insegnare. L’azienda Grazioli, in particolare, si estende su una superficie complessiva di 80 ettari e ospita un allevamento bovino con 400 capi.

La società agricola e zootecnica ha deciso di investire nel campo delle energie rinnovabili e ha scelto BTS Biogas per la costruzione e l’installazione di un impianto di biogas da 250 kW. Il punto di forza dell’impianto è che viene alimentato all’80% da matrici aziendali che prima di essere conferite vengono pretrattate con il sistema BIOacceleratorS (estrusore) che scinde la parete cellulare della biomassa consentendo di valorizzare substrati che altrimenti non sarebbero utilizzabili per la digestione anaerobica o che sarebbero comunque difficilmente fermentabili.

Il BIOaccelerators, in altre parole, distrugge la struttura cellulare separando e sminuzzando termo-meccanicamente il materiale in ingresso e garantendo così un processo di degradazione più rapido ed efficiente all’interno del fermentatore.

Il pretrattamento assicura, quindi, dei vantaggi concreti ai gestori dell’impianto di biogas dell’Azienda Agricola Grazioli: una maggiore flessibilità nella scelta dei substrati e l’uso di prodotti stagionali convenienti, un aumento nella resa in biogas, un risparmio di biomassa e un funzionamento maggiormente economico dell’impianto stesso.

Grazioli, in particolare, ha registrato performance eccellenti con un rendimento complessivo di 1.950 MWhe utilizzati per le attività dell’azienda agricola stessa. Con l’energia prodotta vengono riscaldate la sala mungitura, l’acqua per abbeverare le vacche da latte e per il lavaggio dell’impianto. Si provvede inoltre a riscaldare le abitazioni e gli spogliatoi del dipendenti, coprendo una zona di circa 400 mq.

“L’azienda Grazioli rappresenta un modello d’eccellenza per molte realtà agricole e mostra come un impianto di biogas si integri con estrema facilità nel circuito produttivo di aziende anche molto diverse, incrementando i ricavi e proteggendo l’ambiente. Il biogas è una fonte energetica rinnovabile che, a partire da biomasse di origine organica, permette di produrre energia elettrica e calore, che possono essere cedute o utilizzate internamente dell’azienda agricola stessa” ha evidenziato Michael Niederbacher, CEO di BTS Biogas.

Condividi: