Home Green Jobs Summer School, ecco le proposte green di quest’estate

Summer School, ecco le proposte green di quest’estate

città: Roma - pubblicato il:
summer school green

Estate è anche tempo di summer school. Perché non prendere l’occasione estiva per fare una full immersion nei temi legati al green?

Ecco alcune proposte con relative modalità di iscrizione (e date di scadenza) per partecipare a 15 giorni in classe e sviluppare competenze trasversali a livello superiore.

C’è tempo fino al 25 maggio per inviare la propria candidatura alla VII edizione della Summer School in Efficienza Energetica, in programma a Roma dal 24 giugno al 5 luglio, organizzata da ENEA in collaborazione con ISNOVA (Istituto per la Promozione dell’Innovazione Tecnologica).

Obiettivo dell’iniziativa, che fa parte della campagna nazionale Italia in classe A, promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico, è quella di formare figure professionali in grado di promuovere la realizzazione di interventi di riqualificazione energetica nel settore dell’edilizia residenziale e di contribuire alla lotta alla povertà energetica.

All’edizione 2019 potranno partecipare 50 allievi in possesso di diploma di laurea magistrale in Ingegneria o Architettura e che non abbiano superato i 30 anni di età al momento della scadenza del bando.

Oltre all’età anagrafica, gli altri requisiti di ammissione sono il voto di laurea e la pertinenza della tesi di laurea magistrale al tema dell’efficienza energetica negli edifici.

Le lezioni di tipo teorico si svolgeranno nella prima settimana (24-28 giugno) presso la sede ENEA (Roma, Lungotevere Thaon di Revel 76); nel corso della seconda settimana (1-5 luglio) gli studenti riceveranno una formazione sul campo, con la visita ad alcuni edifici residenziali nel Comune di Roma.

La partecipazione alla summer school è gratuita, grazie alle borse di studio messe a disposizione del Ministero dello Sviluppo Economico.

Le precedenti edizioni della summer school hanno contribuito alla formazione di 300 giovani professionisti e coinvolto negli stage oltre 100 tra aziende e PA. Il 60% dei partecipanti ha poi trovato lavoro presso le aziende, mentre il restante 40% svolge la libera professione.

Le domande di ammissione devono essere compilate utilizzando il modulo disponibile online. Il bando della VII edizione della summer school è anch’esso consultabile sul sito web dell’iniziativa.

Il 14 giugno 2019 sarà pubblicato sul sito dell’ENEA l’elenco degli ammessi e il programma didattico. Per ulteriori informazioni: [email protected]

Summer School anche a Siena

C’è tempo fino al 9 giugno per iscriversi alla Siena Summer School on Sustainable Development: due settimane di lezioni, seminari e lavori di gruppo interamente dedicati ai temi dello sviluppo sostenibile. La scuola si svolgerà dal 9 al 20 settembre 2019 e, come per l’edizione dello scorso anno, si terrà al Santa Chiara Lab dell’Università di Siena.

La summer school è organizzata dall’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), in collaborazione con Fondazione Enel, Leonardo, la Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile (Rus), Sustainable Development Solutions Network Italia, Sustainable Development Solutions Network Mediterraneo e il Centro Santa Chiara Lab dell’ateneo senese.

La Siena Summer School on Sustainable Development, prima in Italia dedicata ad approfondire i temi globali della sostenibilità in relazione all’Agenda 2030 dell’ONU e ai 17 Sustainable Development Goals (SDGs) su cui sono impegnate 193 Nazioni, è coordinata dal Portavoce dell’ASviS, Enrico Giovannini e dal Presidente del Santa Chiara Lab e docente USiena, Angelo Riccaboni.

La scuola mira a fornire una formazione di alto profilo e qualificazione sui temi della sostenibilità, con un’impostazione interdisciplinare che affronta le sfide sistemiche dello sviluppo sostenibile e promuove l’adozione di soluzioni concrete ed efficaci da parte di comunità, imprese e singoli individui, nell’ottica del perseguimento dei Sustainable Development Goals contenuti nell’Agenda 2030 promossa dalle Nazioni Unite.

Il ruolo della formazione sulle tematiche della sostenibilità è sempre più centrale per il mondo delle imprese e per il settore pubblico” spiega il prof. Angelo Riccaboniuna necessità riconosciuta a livello internazionale da enti, istituzioni e agenzie formative. Con questa nuova edizione della scuola, che avrà anche docenti internazionali, continuiamo un percorso formativo che ha l’obiettivo di creare cultura e di diffondere a un pubblico sempre più vasto la consapevolezza del fatto che tutti possiamo dare un contributo attraverso i nostri stili di vita per promuovere uno sviluppo sostenibile“.

La transizione allo sviluppo sostenibile richiede competenze adeguate e la Summer School è una opportunità formativa unica, come testimonia il successo della prima edizione” sottolinea il prof. Enrico Giovannini, Portavoce dell’ASviS “È ormai ampiamente riconosciuto il valore dell’Agenda 2030, che richiede capacità di guardare in modo integrato ai diversi aspetti della realtà economica, sociale, ambientale e istituzionale. La Summer School apre ai partecipanti scenari moderni e innovativi, utili per comprendere i trend attuali e guardare al futuro“.

Alla scuola saranno ammessi quaranta partecipanti, tra studenti di dottorato, giovani ricercatori, amministratori, manager, dirigenti pubblici e policy maker.

La summer school senese, della durata di due settimane, si articolerà in lezioni teoriche, seminari e lavori di gruppo, con la partecipazione attiva sia di accademici sia di rappresentanti di istituzioni, imprese e organizzazioni internazionali. Nel fine settimana sarà organizzata una visita aziendale per la diretta conoscenza di soluzioni ritenute di particolare interesse sui temi della sostenibilità.

La scuola affronterà in modo integrato i temi della sostenibilità ambientale, economica e sociale: i diversi temi saranno trattati in una logica di sistema, capace di evidenziare le molteplici connessioni esistenti, per esempio, fra le iniziative contro i cambiamenti climatici e la lotta alla povertà, la fame e tutte le forme di disuguaglianza; fra la tutela dell’ambiente e l’impegno per l’innovazione, l’occupazione e l’educazione di qualità; fra la finanza per lo sviluppo sostenibile e gli assetti istituzionali per favorire idonee politiche di attuazione dell’Agenda 2030.

Particolare attenzione sarà riservata alla presentazione di casi e buone pratiche che esprimono soluzioni concrete alle questioni della sostenibilità ambientale e sociale.

Il percorso formativo vedrà la partecipazione di personalità del mondo accademico insieme a rappresentanti di istituzioni, imprese e organizzazioni internazionali.

Le iscrizioni sono aperte fino al 9 giugno e la procedura, con tutte le informazioni necessarie, è disponibile online.

Condividi: