Home Eco Lifestyle Milano Bicocca, la didattica si colora di verde

Milano Bicocca, la didattica si colora di verde

milano bicocca
Immagine fornita da Università Milano Bicocca

L’università di Milano Bicocca progetta la didattica green per il futuro: nuovi edifici interni e un nuovo bosco prenderanno vita all’interno del campus

Si chiama U10-Logos il nuovo edificio che ospiterà, a partire dal 2023, un bosco urbano di due ettari per promuovere la didattica open air.

La cornice è l’Università di Bicocca a Milano, ubicata tra viale dell’Innovazione, via Stella Bianca, via Sesto San Giovanni e via Fubini.

Il progetto prevede la realizzazione di anfiteatri didattici immersi nel verde, un biolago con anfibi e libellule e sei piani con laboratori, aule innovative munite di un arredamento mobile e alloggi per studenti.

Un sito smart, ecosostenibile e hi-tech che permetterà ad alunni e professori di affiancare alle attività didattiche anche il piacere di vivere concretamente la foresta e la natura.

Il bosco sarà collegato al parco Nord tramite numerosi spazi verdi che stanno via via nascendo in università e nel quartiere.

Un ateneo, quello di Bicocca, che guarda verso il futuro in una direzione ecosostenibile: i ragazzi potranno seguire le lezioni all’aperto, imparare a prendersi cura dell’ambiente e fare ricerca negli spazi laboratoriali esterni.

Una nuova idea di campus prende forma: uno spazio di formazione in cui protagonisti divengono l’innovazione, la tecnologia, il dialogo con la natura e ovviamente la sostenibilità.

I nuovi nomi degli edifici scelti – parole derivate dalla radice greca o latina – intendono attribuire un significato simbolico agli ambienti creati e sottolineare la cospicua e multidisciplinare offerta dell’Università di Bicocca.

Inoltre, al fine di facilitare ai cittadini la possibilità di vivere gli spazi aperti il bosco sarà aperto non solo agli studenti ma a chiunque vorrà recarvisi.

Un punto di partenza che intende rappresentare uno stimolo per i ragazzi, ma anche per le famiglie e le altre realtà al fine di mostrare la necessità di affrontare questioni oggi piuttosto urgenti.

Condividi: