Home Imprese Sostenibili E.On pubblica il suo secondo bilancio di Sostenibilità

E.On pubblica il suo secondo bilancio di Sostenibilità

bilancio di sostenibilità
Immagine da Depositphotos

E.On, gruppo energetico internazionale a capitale privato, ha appena presentato il suo bilancio di Sostenibilità per l’anno 2021. Noi di Green Planner lo abbiamo analizzato insieme a qualche altra utility…

Redatto nel rispetto degli Standard Gri 2016, il bilancio di sostenibilità di E.On Italia è costruito intorno a 9 temi chiave identificati grazie all’analisi di materialità, realizzata con l’aiuto di 15 esperti esterni.

Tra i temi chiave emergono quindi, oltre a quelli strettamente legati al core business dell’azienda (soluzioni energetiche sostenibili, lotta al cambiamento climatico e protezione dell’ambiente, green supply chain, smart city, smart home, smart life) emergono aspetti sociali (sostegno alla comunità, valorizzazione del capitale umano, orientamento al cliente) e di governance illuminata (educazione al futuro e customer management, buona corporate governance).

Frank Meyer, Ceo di E.On Italia, spiega che “la sostenibilità è parte integrante del nostro purpose aziendale e vogliamo rendere l’Italia più verde e indipendente attraverso le nostre soluzioni per il risparmio energetico e la riduzione delle emissioni di CO2, per questo vogliamo essere sempre più trasparenti sui risultati e processi aziendali“.

L’attenzione di E.On verso la Sostenibilità si manifesta in tanti modi: voler rendere l’energia pulita accessibile a tutti; contribuire alla transizione energetica del Paese come interlocutore di riferimento per istituzioni, aziende e privati cittadini; sensibilizzare le persone sull’importanza del contributo di tutti per rendere il Pianeta un luogo migliore in cui vivere.

A livello di fact&figure, lo sforzo dell’azienda per l’ambiente ha prodotto i seguenti risultati:

  • soluzioni smart: più di 17.000 soluzioni smart per le case e oltre 3.000 impianti fotovoltaici installati
  • emissioni di CO2: 980.000 tonnellate di emissioni evitate grazie all’energia da fonte rinnovabile e alle soluzioni energetiche già installate, di cui oltre 110.000 tonnellate di emissioni di CO2 evitate grazie agli impianti di cogenerazione attivi
  • 104.000 alberi piantati all’interno del progetto Boschi di E.On

Il Bilancio di Sostenibilità di E.On, alla seconda edizione, rappresenta un elemento fondamentale per la definizione di una strategia di sviluppo sostenibile di medio e di lungo termine focalizzata sulle priorità individuate dall’azienda e dai suoi stakeholder.

Per questo motivo, la matrice di materialità è stata aggiornata, così da recepire l’evoluzione dei principali trend che hanno determinato la trasformazione dello scenario competitivo di riferimento nell’ultimo anno.

Le utility sembrano quindi essere più attente e più preparate a gestire i rischi climatici e le sfide relative alla transizione energetica; questo trend viene confermato da un’analisi condotta da Bloomberg New Energy Finance che, accanto a E.On, mette ai primi posti anche Iberdrola ed Edf – la prima realtà italiana che compare, Enel, è al settimo posto – su un totale di 98 aziende coinvolte nello studio.

Analisi che però evidenzia come, tra le prime dieci aziende classificate, otto abbiano sede in Europa; queste organizzazioni sono state probabilmente favorite da un ecosistema politico che sta dando priorità alla transizione climatica.

Il report mostra anche, purtroppo, l’altra faccia della medaglia: sette delle ultime dieci società hanno in programma di aumentare la produzione energetica a carbone.

Dall’analisi emerge come il contesto in cui operano non preveda azioni, da parte delle istituzioni, a favore di una eliminazione graduale del carbone.

Crediti immagine: Depositphotos

» Leggi tutti gli articoli di Esg in azione (#esginazione)

Chiara Guizzetti Chiara Guizzetti: laureata in economia, lavora in Adfor come referente per l'area Internal Audit e Compliance (consulenza, formazione aziendale e universitaria). Crede nel valore dell'etica, della sostenibilità e del network tra persone e imprese. Appassionata di pilates e corsa | Linkedin
Condividi: