Home Agricoltura 4.0 Prevenire le malattie gravi delle piante ortofrutticole grazie ai droni

Prevenire le malattie gravi delle piante ortofrutticole grazie ai droni

progetto agreed

Un sistema tecnologico sviluppato per aiutare gli imprenditori agricoli a individuare e prevedere l’insorgere di fitopatologie – funghi, virus, batteri e altri organismi – che compromettono i raccolti di frutta e verdura

Droni, satelliti, radar e sensori di campo: la tecnologia scende in campo – letteralmente – per aiutare l’agricoltura a produrre meglio, tenendo sotto controllo le malattie gravi delle piante da frutto, intervenendo nel momento giusto.

Grazie al sistema Agreed (AGRiculture, GREEn and Digital) sviluppato da Corvallis (Gruppo Tinexta) in collaborazione con in collaborazione con la sede italiana del Ciheam – Centre International de Hautes Etudes Agronomiques Méditerranéennes, Politecnico di Bari, Hort, Cini, Università degli Studi di Enna, Cmcc (Centro Europeo Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici) e Infobiotech.

Il progetto consente di utilizzare diverse tecnologie per realizzare un sistema integrato di sorveglianza, tracciabilità, previsione e gestione a basso impatto ambientale delle più gravi malattie che colpiscono le principali produzioni ortofrutticole dell’Italia meridionale, come l’olivo, la vite, gli agrumi e il pomodoro.

Grazie a una piattaforma multisorgente IoT (Internet of Things), il sistema Agreed raccoglie e analizza flussi continui di dati provenienti da una varietà di fonti, tra cui immagini satellitari, scansioni infrarosse e termiche acquisite da droni, radar, sensori di campo e modelli climatici previsionali.

Questi dati vengono analizzati ed elaborati per individuare e mappare focolai d’infezione, consentendo l’attuazione di interventi fitosanitari di precisione e sostenibili. Inoltre, tutte le informazioni relative agli interventi colturali e fitosanitari praticati dagli agricoltori sono registrati sul portale del progetto tramite un sistema blockchain.

Condividi: