Home Expo 2015 Fabbrica del Vapore: si discute di un’Expo aperto e accessibile

Fabbrica del Vapore: si discute di un’Expo aperto e accessibile

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
expo fabbrica del vapore

expo fabbrica del vaporeL’Expo 2015 può diventare una grande occasione per migliorare la fruizione e l’accessibilità delle persone con disabilità ai grandi eventi e agli spazi pubblici e per favorire l’integrazione occupazionale di soggetti svantaggiati.

La rassegna Per un’Expo 2015 aperta, inclusiva e accessibile presenterà, dal 17 al 19 giugno alla Fabbrica del Vapore di Milano, in via Procaccini 4, soluzioni assistive, buone pratiche progettuali e, soprattutto, delle linee guida utili a definire criteri di accessibilità e opportunità lavorative possibili per le persone con disabilità.

L’iniziativa è stata inaugurata da Pierfrancesco Majorino, Assessore alle Politiche Sociali e Cultura della Salute del Comune di Milano, Sabina Bellione, Presidente del Consorzio Sociale Light, Sergio Silvotti, Presidente di Fondazione Triulza, e Franco Bomprezzi, Presidente di Ledha.

La rassegna è stata organizzata nell’ambito di un percorso di lavoro coordinato dal Consorzio Sociale Light in collaborazione con Fondazione Triulza, ente che gestirà il Padiglione Società Civile di Expo, Provincia di Milano e Comune di Milano per sensibilizzare l’opinione pubblica e per promuovere le linee guida e le proposte definite nei sei mesi di lavoro con le associazioni di persone disabili LEDHA (Lega per i diritti delle persone con disabilità), ENS (Ente Nazionale Sordi), UICI (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti), ANS (Associazione Nazionale Subvedenti), INMACI (Istituto Nazionale per la Mobilità Autonoma di Ciechi e Ipovedenti), Associazione Disabili Visivi Onlus e con ASF Italia (Architetti Senza Frontiere Italia Onlus).

Le linee guida sull’accessibilità del sito e dei servizi forniscono criteri sugli aspetti architettonici, la segnaletica, il personale qualificato all’assistenza, la fruizione dei servizi frontali e online. Le linee guida per l’integrazione lavorativa di fasce deboli individuano politiche e indicazioni tecniche per incentivare l’assunzione di disabili sensoriali dentro e fuori dal sito espositivo. Nella Tre giorni di giugno saranno presentate a Expo 2015 S.p.A., alle istituzioni, alle aziende, agli operatori del Terzo Settore e ai diversi soggetti attivi nella gestione degli spazi e attività collegate a Expo 2015.

Il Padiglione Società Civile Cascina Triulza sarà il primo spazio espositivo che recepirà le linee guida in materia di accessibilità per diventare esempio eccellente per altri padiglioni ed espositori presenti a Expo 2015 e, soprattutto, per altri eventi e esperienze simili future. Un gruppo di lavoro coordinato dal Consorzio Light e composto da architetti e consulenti di ASF Italia, LEDHA e UICI ha progettato, con criteri di reale accessibilità per disabili fisici e sensoriali una sezione in scala 1:1 del Mercato del Padiglione che sarà possibile vedere e sperimentare in anteprima alla Fabbrica del Vapore.

La rassegna Per un’Expo 2015 aperta, inclusiva e accessibile si articola attraverso tre diverse iniziative aperte a cittadini, istituzioni, aziende, architetti e progettisti, operatori e gestori di servizi pubblici: Laboratorio Percettivo e Digitale; associazioni disabili, imprese e mondo della ricerca presentano alla cittadinanza strumenti e soluzioni assistive che permettono alle persone con disabilità sensoriale di fruire di piccoli e grandi eventi. Martedì 17 e Mercoledì 18 giugno dalle 15.00 alle 18.00.

Percorso esperienziale Si prega di toccare: un percorso percettivo all’interno di una sezione del mercato del Padiglione della Società Civile ricostruita con criteri di accessibilità. Martedì 17 e Mercoledì 18 giugno dalle 15.00 alle 18.00.

Per un’Expo 2015 aperta, inclusiva e accessibile. Convegno Milano si apre: un’intera giornata dedicata a riflessioni e proposte sull’accessibilità e sulle opportunità occupazionali che Expo Milano 2015 può e deve offrire a persone con disabilità. Nell’ambito del convegno saranno presentate le linee guida sull’accessibilità e le linee guida per l’integrazione lavorativa di fasce deboli.

Condividi: