Home Eventi A Festambiente presentato il Padiglione Società Civile di Expo

A Festambiente presentato il Padiglione Società Civile di Expo

città: - pubblicato il:
festambiente terra felix

festambiente terra felixFestambiente Terra Felix di Caserta, il festival campano dell’ecologia e della solidarietà di Legambiente che valorizza le eccellenze territoriali e promuove lo sviluppo sostenibile, accoglierà il prossimo venerdì 5 settembre la prima presentazione istituzionale del Padiglione della Società Civile di Expo Milano 2015 nel Mezzogiorno.

Il Padiglione sarà illustrato da Sergio Silvotti, presidente di Fondazione Triulza, l’organizzazione non profit partecipata dalle principali 62 reti del Terzo Settore di Italia, tra cui Legambiente, incaricata di gestire gli spazi e il programma culturale dello spazio espositivo.

La presentazione si svolgerà nell’ambito dell’incontro di Festambiente È bello vivere al Sud a cui, oltre a Sergio Silvotti, partecipano Franco Salcuni, direttore di FestambienteSud e del Teatro Civile Festival di Legambiente; Nino Pascale, Presidente di Slow Food; Carlo Borgomeo, Presidente Fondazione Con il Sud; Stefano Ciafani, Vice Presidente di Legambiente; il giornalista Antonio Lubrano e l’imprenditrice Felicia Brini.

Expo Milano 2015 sarà la prima esposizione universale con un padiglione dedicato alle organizzazioni nazionali e internazionali della Società Civile, aperto anche alla partecipazione degli enti filantropici, delle istituzioni, delle aziende, delle esperienze di economia sociale e dei piccoli produttori. Il Padiglione della Società Civile sarà ubicato in Cascina Triulza, un’antica costruzione tipica della campagna milanese e parte del patrimonio storico lombardo che Expo 2015 S.p.A. sta ristrutturando e che sarà parte della legacy di Expo Milano 2015.

L’incontro di Caserta vuole essere una prima occasione per coinvolgere nel Padiglione Società Civile le organizzazioni del Terzo Settore, le istituzioni e le aziende del Mezzogiorno interessate a promuovere a Expo 2015 il ricco patrimonio materiale e immateriale del territorio, iniziative e collaborazioni orientate al bene comune.

La V edizione di Festambiente Terra Felix si svolgerà da venerdì 5 a domenica 7 settembre 2014 e avrà come titolo La Terra dei cuochi, per promuovere la ricchezza di peculiarità e genuinità di una terra, quale quella campana, affermate in tutto il mondo. Apre il programma di dibattiti l’appuntamento È bello vivere al Sud per riflettere sulle condizioni che sostengono e incentivano un reale sviluppo sostenibile, solidale e possibile nel Sud Italia e nel Mediterraneo ma con uno sguardo ben fisso sul presente.

Legambiente vuole affrontare questo tema attraverso una prospettiva diversa e più produttiva, valorizzando le molte realtà del Sud che oggi esprimono una società civile vivace, una quantità di associazioni che mette in moto una forza volontaria di notevole valore e propone progetti imprenditoriali innovativi e criteri di sviluppo che a volte sono sottovalutati. Senza dimenticare le questioni ambientali, per riuscire a porre un freno e riparare all’ecocidio che negli ultimi anni ha soffocato la Campania.

Terra Felix vuole affermare come i paesaggi, la gente, l’enogastronomia, l’immenso patrimonio storico-artistico, la cultura, la musica e anche la terra costituiscono un patrimonio di inestimabile valore, la spinta propulsiva per uno sviluppo sostenibile di tutto il territorio. Un patrimonio materiale e immateriale che può essere valorizzato anche a livello internazionale durante Expo Milano 2015, al Padiglione della Società Civile.

Festambiente Terra Felix si svolge presso il Casale di Teverolaccio, a Succivo, una masseria fortificata, situata nell’agro aversano, in cui Legambiente e una rete di partner, tra cui Fondazione Con il Sud, ha realizzato, sottraendolo al degrado, un giardino con un percorso sensoriale e 18 orti sociali coltivati da nonni del posto, una sala espositiva e laboratori di manualità e un eco-ristorante a km zero. Ha realizzato una fattoria didattica che oggi accoglie migliaia di studenti e ospiti da Campania, Lazio e Molise.

Condividi: