Home Expo 2015 Tavoli Expo, 26 nuovi progetti d’impresa nell’agroalimentare

Tavoli Expo, 26 nuovi progetti d’impresa nell’agroalimentare

tavoli expo 2015

tavoli expo 2015Sono stati ben 26 i progetti dei Tavoli Expo Agroalimentari presentati a Milano presso la Camera di commercio: tra questi il progetto di cucina che recupera le merci in scadenza, il social food come pasto condiviso a casa propria (con rimborso), il progetto milanese che mira a convertire aree urbane inutilizzate in complessi agricoli, le visite alle realtà agroalimentari lombarde guidate da donne, il ristorante mobile che girerà a tappe tra le strade milanesi proponendo cucina argentina e che partirà da piazza Argentina, le proposte di scoperta della strada del riso a Milano nel parco Sud.

Ma anche il marketplace online per condividere i prodotti del proprio orto con nuovi amici e viaggiatori, gli study tours per turisti sui temi dell’Expo, la community sui migliori prodotti agroalimentari d’Italia, il laboratorio di cromatografia per conoscere la fertilità della propria terra, i luxury box online di prodotti eno-gastronomici di nicchia, lo spettacolo teatrale e il film sul pane, l’iniziativa di tracciabilità dei prodotti alimentari, l’idea di realizzare una cascina, museo dell’agricoltura nel mondo, un sito che aggrega persone intorno a prodotti consapevoli con informazioni trasparenti controllabili con un lettore di codice a barre, l’incubatore che vuol diventare impresa di vellutate e omogeneizzati bio per la famiglia, il festival del pastoralismo tra Bergamo, Milano, Brescia e le valli orobiche, andar per erbe in Piemonte o riscoprire il cibo di una volta alla Basilica di Superga.

“I giovani hanno una grande forza propulsiva anche queste nuove attività multifunzionali e con un’azione che coinvolge più settori: economico, sociale, culturale, alimentare e ambientale. Il fatto che un nuovo agricoltore ogni quattro aziende iscritte sia giovane è sintomatico di una riscoperta dell’agroalimentare come opportunità di costruzione del proprio futuro” ha dichiarato Giovanni Benedetti, membro di giunta della Camera di commercio di Milano e direttore Coldiretti Milano Lodi e Monza Brianza “In tale contesto Expo può essere non solo una vetrina, ma anche un incubatore di idee, proposte e progetti in grado di far crescere tutto il nostro Paese”.

Giovani in agricoltura: in Lombardia 3.300 imprese. Una su quindici delle 48mila imprese lombarde del settore, concentrate a Brescia (10mila), Mantova (8mila), Pavia (7mila), Cremona (4mila). Il settore in un anno scende in Lombardia da 48.909 a 47.945 in Lombardia. A Como, Lecco, Sondrio e Varese sale la quota di giovani nelle imprese, dal 7% della media lombarda a circa una impresa su dieci.

I giovani pesano sulle nuove iscrizioni, uno su quattro. Sono 238 i nuovi imprenditori giovani su 907 nuove iscrizioni dei primi nove mesi 2014 nel settore agricolo (26%, un dato superiore a quello italiano di 22%). Picco a Como e Varese, dove quasi una nuova impresa su due è di un giovane.

I giovani imprenditori agricoli danno oltre 3mila posti di lavoro, su un totale di 60mila posti di lavoro creati dalle imprese agricole lombarde.

La Camera di Commercio di Milano ha costituito i Tavoli Expo 2015 per coinvolgere il sistema economico-imprenditoriale nelle opportunità generate da Expo 2015. Circa mille i progetti che le imprese stanno portando avanti in vista dell’esposizione. Questi i settori dei tavoli: accoglienza e ricettività, energia e ambiente, credito, agroalimentare, salute, arte e cultura, solidarietà e no profit, giovani e lavoro.

Condividi: