Home News Luce e gas: da aprile le bollette saranno in calo

Luce e gas: da aprile le bollette saranno in calo

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

bollette luce e gasL’Aeegsi ha stabilito che ad aprile ci saranno riduzioni nelle bollette per l’energia elettrica (-1,1%) e il gas (-4%): si risparmieranno circa 70 euro l’anno.

Risparmiare su luce e gas è un’esigenza condivisa da privati e imprese. Per i ridurre i costi relativi al fabbisogno energetico è indispensabile operare una riflessione sulle specifiche abitudini e necessità di consumo. In tal senso risulterà utile, quindi, informarsi sulle migliori opportunità del mercato mettendo Eon e i suoi prodotti a confronto con Enel Energia, Acea e le altre compagnie del settore.

In questi giorni l’Aeegsi, Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico, ha annunciato la riduzione delle bollette di luce e gas a partire dal mese di aprile. Al pari di quanto avvenuto nel primo trimestre 2015 è stato operato un aggiornamento delle condizioni economiche relativamente ai consumi di famiglie e piccoli consumatori.

Secondo le stime dell’Aeegsi per l’elettricità la spesa per la famiglia-tipo nell’anno 1° luglio 2014- 30 giugno 2015 sarà mediamente di 510 euro, con un calo del -1,2% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente (luglio 2013-giugno 2014); complessivamente dunque il risparmio corrisponde a circa 6 euro. Per il gas la spesa della famiglia tipo per lo stesso periodo, comprensiva quindi anche dei consumi invernali, sarà di 1.135 euro, con una riduzione del -5,7%, corrispondente in questo caso a un risparmio ben più significativo rispetto all’anno precedente: circa 70 euro.

La riduzione dei costi nel prossimo trimestre è fondamentalmente riconducibile alla riduzione della spesa per l’acquisto della materia energia nei mercati all’ingrosso. Di contro l’Autorità per l’energia ha tenuto conto anche dei costi per l’adeguamento degli oneri di sistema, delle spese dovute all’applicazione di alcuni provvedimenti legislativi vigenti connessi alle incentivazioni delle fonti rinnovabili e agli oneri per lo smantellamento degli impianti nucleari.

Per quanto riguarda il gas, il calo dei costi è connesso alle previsioni riguardanti i prezzi all’ingrosso nell’Eurozona dell’energia. La riduzione della spesa per la materia energia è stata solo minimamente controbilanciata dall’aumento dei costi per finanziare incentivi per l’efficienza energetica e le rinnovabili nel settore del gas.

Per quanto riguarda il gas naturale abbiamo assistito a una riduzione più corposa per via della diminuzione dei costi per la materia prima, anche alla luce delle riduzioni legate ai consumi previsti per i mesi estivi.

Nel dettaglio, da aprile, il prezzo di riferimento dell’energia elettrica sarà orientativamente di 18,516 centesimi per kilowattora tasse incluse (servizi di vendita, servizi di rete, imposte e oneri generali di sistema). Contestualmente l’Autorità per l’energia ha segnalato il rischio di cospicui aumenti dei costi per il ritiro di certificati verdi nel 2016.

Condividi: