Home Imprese Sostenibili Consigli per scegliere il condizionatore d’aria giusto

Consigli per scegliere il condizionatore d’aria giusto

pubblicato il: - ultima modifica: 12 Ottobre 2021
condizionatore d'aria

condizionatore d'ariaCi sono alcune caratteristiche specifiche di un condizionatore d’aria di cui si deve tenere conto per essere sicuri di comprare il modello più conveniente.

L’estate è cominciata e le alte temperature lo ricordano ogni giorno. In attesa di andare al mare o in montagna a godere delle tanto agognate ferie, bisogna accontentarsi di acquistare un condizionatore d’aria che renda più sopportabile il caldo.

Ma come scegliere il condizionatore d’aria? I modelli in commercio, infatti, sono tanti e presentano caratteristiche diverse di cui è meglio conoscere i dettagli per capire se si sta per fare un acquisto conveniente o meno. In questo articolo, quindi, verranno riassunte in 4 punti le cose più importanti da controllare per essere sicuri di acquistare il condizionatore d’aria giusto per le proprie esigenze.

Perché non bisogna soltanto considerare il prezzo, ma anche le prestazioni e soprattutto i consumi, in modo da avere uno stile di vita più ecosostenibile e bollette meno care.

Quale modello di condizionatore d’aria: fisso o portatile?

La prima importante scelta da fare per acquistare il condizionatore d’aria giusto riguarda il tipo di modello: fisso o portatile? Il ragionamento per fare la scelta giusta si basa soprattutto sull’uso che si vuole fare del condizionatore, il budget che si ha a disposizione e la grandezza dell’ambiente che si vuole rinfrescare.

Per farsi un’idea, elenchiamo i vantaggi e gli svantaggi sia del modello portatile che di quello fisso.

I vantaggi:

  • è perfetto per raffreddare ambienti di piccole dimensioni
  • si può spostare da una stanza all’altra
  • ha un prezzo più basso e non bisogna prevedere spese di installazione
  • non si devono forare le finestre, poiché in commercio esistono anche modelli senza tubo di scarico
  • non si devono effettuare lavori di muratura per la centralina esterna

Gli svantaggi:

  • consuma nettamente di più
  • non possiede la tecnologia inverter, con la quale si può impostare la temperatura desiderata e lasciarlo acceso
  • è alquanto rumoroso

Un condizionatore d’aria fisso, chiamato anche a parete, comporta invece i seguenti vantaggi e svantaggi:

  • è perfetto per ambienti più grandi
  • consuma meno energia, che significa meno danni all’ambiente e bollette meno care
  • possiede la tecnologia inverter: si può impostare la temperatura desiderata e il condizionatore la raggiungerà il prima possibile, per poi mantenerla costante automaticamente dosando il consumo di energia
  • è silenzioso
  • si può comandare a distanza con un telecomando
  • dà la possibilità di utilizzare diverse modalità abbastanza sofisticate: la pompa di calore, la filtrazione dell’aria e la deumidificazione separata

I suoi punti negativi invece son:

  • comporta un prezzo d’acquisto più alto
  • prevede delle spese per l’installazione
  • comporta anche dei lavori di muratura per collegarlo alla centralina esterna
  • bisogna chiedere il permesso in assemblea condominiale per l’installazione della centralina

Scegliere una classe energetica elevata

Se si vuole consumare poca energia elettrica e avere uno stile di vita più ecosostenibile allora, oltre ad acquistare un condizionatore d’aria a parete, sarà meglio anche sceglierne uno con una classe energetica elevata.

Per identificarlo, bisogna controllare l’etichetta energetica abbinata: i negozi di elettrodomestici sono obbligati a esporla sulla merce in vendita. Sull’etichetta si trovano tutte le informazioni utili a capire quanto consuma il condizionatore che si sta per acquistare.

Delle recenti disposizioni europee hanno creato delle nuove etichette energetiche, più trasparenti e semplici da leggere. Il negoziante è obbligato dalla legge a esporle, quindi è meglio non acquistare nei negozi in cui mancano.

Acquistare un condizionatore d’aria con tecnologia inverter

La maggior parte dei condizionatori d’aria fissi hanno installata la cosiddetta tecnologia inverter, uno strumento indispensabile per contenere i consumi energetici. Infatti, questa tecnologia dà la possibilità di impostare la temperatura desiderata e lasciare acceso il condizionatore. Il dispositivo, automaticamente, manterrà quella temperatura, dosando il consumo di energia in base al bisogno.

Approfittare delle agevolazioni fiscali

La nuova Legge di Stabilità ha rinnovato anche per quest’anno le detrazioni Irpef al 50-65% previste per l’acquisto di elettrodomestici di classe energetica elevata (da A a A+++) e per i lavori di riqualificazione energetica. Può beneficiarne chiunque, in modo da recuperare parte dei costi di acquisto e di installazione di un condizionatore d’aria.

Condividi: