Home Imprese Sostenibili A Genova i pali intelligenti per ridurre l’inquinamento elettromagnetico

A Genova i pali intelligenti per ridurre l’inquinamento elettromagnetico

pubblicato il: - ultima modifica: 12 Ottobre 2021
inquinamento elettromagnetico

inquinamento elettromagneticoCome diventare sempre più smart senza impattare negativamente sull’ambiente, migliorando i servizi ai cittadini

Genova ha scelto l’installazione, o sarebbe meglio dire il miglioramento dell’uso, di pali già esistenti, sui quali sono stati posti degli apparati micro cellulari di tipo multi operatore.

La zona coinvolta è abbastanza ampia, con i tre pali intelligenti che si trovano alla fermata della metro in Piazza De Ferrari, sul piazzale della metropolitana Principe e nella zona Darsena.

Questo miglioramento servirà per rendere ancora più veloce la connessione dati mobile, proseguendo il servizio che già è offerto all’interno della meto stessa, grazie alla cablatura di fibra ottica.

Quindi avrà finalmente più senso cercare il miglior operatore, con la migliore copertura usando siti specializzati come Apprendistatoprovinciaroma.it o simili, poiché il servizio a singhiozzi dovrebbe essere finalmente scongiurato.

Questo servizio fa parte di un accordo più ampio, stretto dal comune di Genova con Metroweb che entro i tempi previsti dall’Agenda digitale, prevedono di cablare tutta la città con la fibra ottica per portare anche alle case la massima velocità di connessione, stimata in 1 giga/bit.

Il sindaco genovese, Doria, ha voluto riconoscere il merito dell’impegno del partner per questo ambizioso progetto, che già sta dando i propri frutti: “Questa è una ulteriore iniziativa portata avanti con Metroweb dall’amministrazione comunale. È il sistema di diffusione più capillare, non utilizza le antenne di ripetizione posizionate sui condomini che hanno spesso provocato proteste. Quella con Metroweb è un efficace esempio di collaborazione tra pubblico e privato, che non si ferma qui”.

Guido Garrone amministratore di Metroweb ha colto l’occasione per ribadire che “questo tipo di infrastruttura ha un livello di inquinamento elettromagnetico molto debole, pari a quello di un wi-fi domestico. Grazie all’accordo del 2014, la nostra società ha sviluppato in due anni progetti che allineano Genova alle principali realtà italiane ed europee in termini di diffusione della banda ultra larga. L’avvio del progetto FTTH rappresenta un ulteriore passaggio per il Gruppo e la Città, che sarà così dotata di una piattaforma in banda ultralarga capillare e a prova di futuro”.

Condividi: