Home Smart City Il mondo dell’energia trova nell’Internet of Things nuova linfa

Il mondo dell’energia trova nell’Internet of Things nuova linfa

pubblicato il: - ultima modifica: 5 Agosto 2020
internet of things

internet of thingsL’efficienza energetica chiede aiuto all’Internet of Things. Sarà mai che una volta che tutto sarà collegato e avrà in sé un sistema operativo si riuscirà finalmente ad avere coscienza di quanto aziende, città, famiglie il mondo intero consuma?

Elettra Investimenti, realtà quotata in Borsa nel segmento delle Pmi innovative, lo lascia intendere.

Per questo il perimetro dell’azienda si sta arricchendo di acquisizioni che facilitano la transizione al mondo dell’Internet of Things.

Così l’azienda di Latina si è portata a casa prima PHpower, specializzata nell’energy management e fondata da Andrea Sasso, un piemontese da sempre nel mondo delle energie rinnovabili. Poi un pezzettino (per ora il 5%) della francese Greenpriz.

L’idea è mettere sensori ovunque: quelli che rileveranno passo passo tutta l’energia che si consuma in azienda e che, sbalorditivo, è ancora un dato che sfugge a molti business plan.

Per questo il team di Elettra Investimenti è già attiva sullo smart metering.

Le utility obbligate a mettere in servizio 11 milioni di contatori intelligenti entro la fine del 2018 hanno già fatto decollare il mercato che lo scorso anno è stato valutato pari a 2,8 miliardi di euro nel 2016 (dati Assinform), il 40% in più rispetto all’anno precedente, spinto sia dalle applicazioni consolidate che sfruttano la connettività cellulare (1,7 miliardi di euro, +36%) che da quelle che utilizzano altre tecnologie (1,1 miliardi di euro, +47%).

Ma il potenziale è anche maggiore: secondo l’Osservatorio Internet of Things della School of Management del Politecnico di Milano, in Italia sono già 14,1 milioni quelli connessi tramite rete cellulare (+37%), senza contare gli oggetti che sfruttano altre tecnologie di comunicazione, come i 36 milioni di contatori elettrici connessi tramite Plc (Power line communication), gli 1,3 milioni di contatori gas che comunicano tramite radiofrequenza e i 650mila lampioni per l’illuminazione intelligente, connessi tramite Plc o radiofrequenza.

Condividi: