Home Imprese Sostenibili Horizon 2020 ProCold, un progetto per portare sostenibilità nella refrigerazione professionale

Horizon 2020 ProCold, un progetto per portare sostenibilità nella refrigerazione professionale

pubblicato il:
Horizon 2020 ProCold

Gli apparecchi per la refrigerazione professionale e commerciale, installati in tutti i supermercati, hotel, ristoranti, bar o mense, non sono per niente efficienti in termini di consumo energetico: adesso, grazie al progetto triennale Horizon 2020 ProCold, di cui il Dipartimento di Energia del Politecnico di Milano è partner, possono diventare sostenibili.

Un prodotto di media efficienza consuma una quantità significativa di energia e comporta costi energetici elevati per gli utenti. Il consumo energetico può essere ridotto tra il 30% e il 50% con l’installazione di prodotti più efficienti e intelligenti: apparecchi con sistemi di chiusura adeguati permettono di risparmiare diverse migliaia di euro durante la loro vita.

Il progetto Horizon 2020 ProCold ha seguito e supportato lo sviluppo tecnico e legislativo del mercato del freddo professionale e commerciale raccogliendo dati sui prodotti e ha identificato i migliori disponibili sul mercato, divisi per tipologia.

Inoltre, in collaborazione con la piattaforma Topten, sono stai sviluppati e utilizzati rigorosi set di criteri per la selezione non solo a supporto dello sviluppo e del miglioramento dell’efficienza energetica dei prodotti per il freddo professionale plug-in, ma anche la promozione dell’uso di gas refrigeranti naturali.

Questi, infatti, hanno un potenziale di riscaldamento globale inferiore a 4 a differenza di molti apparecchi frigoriferi che utilizzano ancora refrigeranti con un potenziale di riscaldamento globale (GWP) fino a 4000.

I risultati del progetto Horizon 2020 ProCold

All’inizio del progetto erano solo 85 i modelli e 10 i marchi a soddisfare i criteri di selezione Topten: dopo tre anni di lavoro del team ProCold è possibile visualizzare online oltre 160 modelli di 27 marchi.

Quanto è emerso dalle misurazioni sul campo mostra che la sostituzione di un armadio refrigerato in classe D con uno in classe A porta a un risparmio energetico annuo di oltre il 70%! E ancora, per un nuovo armadio congelatore mono-porta con refrigerante sostenibile e in classe energetica C che va a sostituire il precedente, si è misurato un risparmio di energia del 60%.

Per un congelatore da 450 litri la sostituzione garantisce un risparmio annuo di quasi 2000 kWh, numero che si avvicina al consumo elettrico annuo di un’abitazione media in Italia (circa 2700 kWh/anno)!

Condividi: