Home Imprese Sostenibili Sono aperte le iscrizioni all’ECOdolomites 2018

Sono aperte le iscrizioni all’ECOdolomites 2018

città: Bolzano - pubblicato il:
ecodolomites 2018

Una gara silenziosa e pulita tra mezzi elettrici per decretare chi consuma meno: si sono aperte le iscrizioni alla ECOdolomites 2018, che si svolgerà sulle più belle cime del mondo.

La gara a chi consuma meno, giunta alla sua nona edizione, si svolgerà l’8 settembre sulle strade dolomitiche; le iscrizioni resteranno aperte fino al massimo di 70 veicoli partecipanti.

I partecipanti all’ECOdolomites 2018 potranno immergersi nel cuore del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO e sottoporre i propri mezzi elettrici a quattro, tre e due ruote a un test. La sfida consiste nell’utilizzare la minor quantità di energia possibile per percorrere i 100 chilometri nei 3.000 metri di dislivello.

Il percorso prevede la partenza da Brunico verso San Vigilio passando per il Passo Furcia, sosta per il pranzo a Corvara per poi proseguire per Campolongo, Passo Pordoi e Passo Sella per arrivare a Ortisei in Val Gardena.

Iniziative come le ECOdolomites 2018 vogliono dimostrare che se c’è la volontà è possibile ridurre l’inquinamento, non solo atmosferico ma anche acustico sulle strade che attraversano le Dolomiti e in particolare i passi.

ECOmove, associazione altoatesina per la salvaguardia dell’ambiente, promuove la mobilità sostenibile ed elettrica, rispettando il territorio e la natura, in collaborazione con la città di Brunico, Plan de Corones, Val Gardena e Alta Badia.

Amiamo profondamente la nostra terra e crediamo che il Sudtirolo possa diventare un esempio come regione più attenta a turismo e mobilità sostenibili” dichiara Daniel Campisi di LETSMOVE, uno dei tre soci fondatori insieme a Janpaul Clara di Electro Clara e Maximilian CostaSiamo sempre più numerosi a credere in un Alto Adige sostenibile da lasciare in eredità alle future generazioni. Molte le aziende che contribuiscono alla missione dell’associazione e che assistono le varie iniziative al quale va il nostro ringraziamento“.

Condividi: