Home Eco Lifestyle Tre cime nelle Dolomiti, tra piste nere e turismo sostenibile

Tre cime nelle Dolomiti, tra piste nere e turismo sostenibile

città: Bolzano - pubblicato il:
tre cime nelle dolomiti

tre cime nelle dolomitiSta per iniziare la stagione turistica invernale e nella zona delle Tre Cime nelle Dolomiti – comprensorio turistico che comprende i comuni di Sesto, San Candido, Dobbiaco, Villabassa e Braies si fanno i preparativi per accogliere i turisti, alla ricerca di emozioni sportive e di relax nella regione più green d’Italia, vero laboratorio di turismo sostenibile.

Il comprensorio delle Tre cime nelle Dolomiti offre un paesaggio mozzafiato che solo queste montagne, inserite nel patrimonio Unesco fin dal 2009, sono in grado di regalare ai visitatori.

La stagione invernale verrà inaugurata ufficialmente il 18 novembre con l’apertura della cabinovia Signaue e del Passo Monte Croce; in seguito, dal 2 dicembre, sarà attiva la maggior parte degli impianti di risalita che metteranno a disposizione degli sciatori 93 km di piste perfettamente battute, tour panoramici e servizi dedicati ai turisti green.

La pista di sci più nera delle Tre cime nelle Dolomiti

Sapete dove si trova la pista battuta con più pendenza d’Italia: insomma la nera più nera che non si può?

Si trova nell’area sciistica della Croda Rossa di Sesto, nel comprensorio delle Tre cime nelle Dolomiti: la Holzriese che si divide in Holzriese 1 – che presenta un dislivello di 195 metri per una lunghezza di 790 metri – e Holzriese 2 – che presenta il tratto più impegnativo con una pendenza media del 38% su 720 metri di lunghezza e con una punta massima di pendenza pari al 71%.

Una vera e propria sfida anche per gli sciatori più esperti.

Ma i primati offerti agli sciatori nel comprensorio delle Tre cime nelle Dolomiti non finiscono qui: perché se è vero che la località viene denominata Tre Cime, in realtà le guglie sono molte di più: la Nove, Dieci (detta anche Croda Rossa), Undici, Dodici e Uno delle Dolomiti rappresentano la meridiana di pietra più grande del mondo.

La cima Nove è alta 2.582 metri ed è la cima più piccola della meridiana, mentre la cima Dodici, alta 3.094 metri, si trova in prossimità delle Tre Cime di Lavaredo, il paradiso degli escursionisti e degli amanti dell’arrampicata.​

Tre cime nelle Dolomiti, offerte anche per chi non scia

Cosa c’è  di meglio – per chi ha passato la giornata sugli sci o per chi ha preferito fare escursioni tra i tanti sentieri – che fare una pausa presso uno dei tanti rifugi della zona delle Tre Cime nelle Dolomiti, per godersi una merenda a base di speck, formaggio, pane duro di segale, kaiserschmarren, gnocchi e ravioli?

Agli amanti della montagna, a chi preferisce un turismo sostenibile e meno glamour, a chi desidera vivere grandi emozioni consigliamo il Giro delle Cime, un tour guidato sugli sci per una giornata alla scoperta degli angoli più nascosti delle Dolomiti.

Un itinerario incredibile – 5 montagne e 34 km, con un dislivello di 5.600 metri – che prevede la partenza dalla stazione a valle di Versciaco/Monte Elmo per salire fino a 2.200 metri, il punto più alto del tour.

Si proseguirà poi attraverso lo Stiergarten sulla Croda Rossa e il Passo Monte Croce, fino a raggiungere la Skiarea Val Comelico da dove fare ritorno.