Home Eco Lifestyle Sostenibilità e creatività, leve di sviluppo del tessile

Sostenibilità e creatività, leve di sviluppo del tessile

pubblicato il:
milano unica

Sono state le parole chiave dell’edizione di febbraio di Milano Unica, la più importante manifestazione dedicata ai tessuti e agli accessori. Per la prima volta la sostenibilità ha trovato spazio nell’area Tendenze, il cuore creativo della fiera

La trentesima edizione di Milano Unica (Fiera Milano-Rho 4-6 febbraio 2020) ha confermato l’importanza della sostenibilità che abbinata alla creatività si fa motore dell’intero settore del tessile.

Un settore che chiude il 2019 con un fatturato complessivo di 7,6 miliardi di euro (-4,7%) rispetto all’anno precedente, secondo i dati stimati dal Centro Studi di Confindustria Moda.

E a dimostrazione che il binomio sostenibilità e creatività rappresentano i pilastri dello sviluppo di questo settore, per la prima volta la sostenibilità è stata inserita nell’area Tendenze, vero cuore pulsante della fiera, con oltre mille campioni esposti forniti da ben 150 aziende.

Il focus sulla sostenibilità si è inoltre espresso nella maggior parte dei seminari in scaletta durante la manifestazione.

Con questa edizione di febbraio 2020 giunge a compimento il precorso di ricerca che dal 2017 impegna la manifestazione nel Progetto Sostenibilità.

È stato chiesto agli espositori di selezionare tessuti e accessori delle collezioni P/E 2021 realizzati con materiali e tecnologie sostenibili che avessero anche un valore creativo e stilistico importante: sono nate così le due aree, all’interno dell’area Tendenze, FancyGreen di maggior contenuto creativo ed EverGreen di stile più classico.

Le caratteristiche principali dei prodotti sono state esplicitate attraverso schede digitali dettagliate.

In questi anni le aziende tessili impegnate in un percorso concreto verso l’innovazione sostenibile sono aumentate fino a raggiungere numeri importanti. Oggi la sostenibilità è percepita come base fondamentale insieme alla creatività per lo sviluppo del settore.

E il ruolo strategico della sostenibilità è stato al centro dell’intervento del presidente di Milano Unica Ercole Botto Poala, durante la cerimonia di apertura della fiera: “Di fronte alle incertezze determinate dalla situazione politica ed economica internazionale, a cui si aggiungono i gravi rischi per la salute pubblica e il commercio mondiali derivanti dall’epidemia da virus sviluppatasi in Cina, e i tragici incendi in Australia che, oltre a incidere notevolmente sul prezzo della lana, ci ricordano drammaticamente i pericoli che corre il nostro Pianeta, possiamo solo alzare l’asticella del nostro impegno per un’industria sempre più sostenibile e che, allo stesso tempo, sa elevare anche il livello creativo delle sue proposte. Tutto questo anche per meglio intercettare le richieste del mercato, sempre più condizionato dalla sensibilità delle giovani generazioni“.

In scena a Milano Unica l’installazione di Michelangelo Pistoletto Terzo Paradiso, realizzata per questa occasione con tessuti ecologici fornite dagli espositori.

Anche l’ultima edizione di Pitti Filati (Fortezza da Basso Firenze 22-24 gennaio 2020) ha evidenziato un ampliamento dell’area dedicata alla sostenibilità, lanciata nell’edizione di giugno 2019.

Nell’area SustainAble sono stati proposti nuovi filati in fibre riciclate in molteplici strutture e finezze, nuove viscose ecosostenibili, filati organici certificati, cashmere riciclato, lino e cotone biologico, seta cruelty free, tinture naturali.

Condividi: