Home Imprese Sostenibili Sanificazione: in arrivo 70 milioni di euro per i Comuni italiani

Sanificazione: in arrivo 70 milioni di euro per i Comuni italiani

sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

Iniziativa utile e che dà sostegno anche agli enti più piccoli: per l’emergenza sanitaria sono stati stanziati 70 milioni di euro, da distribuire ai comuni italiani, per la sanificazione di uffici, mezzi e ambienti di lavoro

È stato ripartito in queste ore il contributo, previsto dal Decreto Legge Cura Italia, per complessivi 70 milioni di euro, quale concorso agli Enti per il finanziamento delle spese di sanificazione e disinfezione degli uffici, degli ambienti e dei mezzi dei Comuni, delle Province e Città metropolitane.

Sono stati due i parametri considerati per il riparto del finanziamento: 1.000 euro per ciascuno dei 7.904 Comuni italiani (7.904.000 euro totali) e altri 57 milioni di euro ripartiti in base alla popolazione residente e ai casi di Covid-19 accertati. Altri 5 milioni di euro vanno a Province e Città metropolitane.

Soddisfatti i vertici di Uncem, Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani, per i quali “si tratta di risorse positive che si sommano a risorse già stanziate dai Comuni, anche in accordo con Comunità montane e Unioni montane di Comuni. Le cifre sono buone anche per i Comuni più piccoli. Intanto, i Comuni stanno erogando i buoni spesa della solidarietà alimentare, prevista dallo Stato, con modalità individuate che stanno andando a sostenere famiglie e singoli che maggiormente soffrono per questa crisi. Ora aspettiamo le ulteriori risorse per gli Enti locali annunciate dal Governo nelle ultime ore“.

Il dettaglio dei contributi distribuiti sono visualizzabili online: cifre per ciascun comune, cifre per province e città metropolitane.

Il settore delle imprese di pulizie e dei servizi integrati rappresenta un mercato che, in Italia, conta oltre mezzo milione di addetti e un fatturato di oltre 20 miliardi di euro.

Ambiente salubre, con connessa stabilità nel tempo del livello basso di micro-organismi potenzialmente patogeni, sono da considerarsi i punti di arrivo di questi consistenti interventi di sanificazione che caratterizzeranno i tempi a venire.

Una corretta igiene degli ambienti rappresenta un tassello fondamentale per un’efficacie azione preventiva al fine di minimizzare il numero delle infezioni e di conseguenza preservare la salute degli utenti dell’intera collettività” afferma Alberto Tavano Colussi, amministratore delegato di Euro&Promos F.M., azienda di facility management.

In Italia sono più di 10mila le persone che ogni anno muoiono per infezioni resistenti agli antibiotici, secondo quanto riportato dal Centro Europeo Malattie Infettive. L’unico modo per far fronte a una situazione di gravità inaudita come quella che si è presentata oggi è affidarsi a professionisti certificati, che diano garanzie assolute sul risultato.

Condividi: