Home Eco Lifestyle Adotta un terreno scozzese con il progetto Highland Titles

Adotta un terreno scozzese con il progetto Highland Titles

città: Milano - pubblicato il: - ultima modifica: 11 Maggio 2020
highland titles
immagine prweb.com

Con il progetto di crowdfunding Highland Titles al momento dell’acquisto di un appezzamento viene assegnato automaticamente al sostenitore un certificato elettronico riportante il codice del terreno acquistato. Che può essere anche trasmesso in eredità

Il 22 maggio è la giornata mondiale della biodiversità e per festeggiarla potreste regalare o regalarvi un terreno in… Scozia. È il progetto di crowdfunding Highland Titles (www.highlandtitles.it) a permettere questa iniziativa verde a  tutela dell’ambiente che punta a ripristinare la foresta caledone scozzese e che ha già dato origine a  due Riserve Naturali nelle splendide highland scozzesi.

Obiettivo è sistemare i danni provocati dall’agricoltura intensiva e dall’arboricoltura da legno commerciale, che in queste zone ha sottratto territorio alla fauna selvatica.

Highland Titles si finanzia con la vendita di terreni souvenir: per la legge scozzese questo è possibile quando lo scopo è, principalmente, quello di sollevare il governo da finanziamenti per il recupero di terreni o castelli o luoghi di importanza storica.

Al momento dell’acquisto di uno qualsiasi degli appezzamenti di terreno, viene assegnato automaticamente al sostenitore un certificato elettronico riportante il codice del terreno acquistato.

I terreni che sono sottoposti al vincolo di riserva naturale danno la possibilità a chi acquista l’appezzamento di tramandarlo per eredità.

Il progetto è veramente unico nel suo genere: con una piccola donazione si possono sia acquistare un piccolo terreno, diventando anche Lord o Lady,  sia sostenere dei progetti per ripristinare le highland, come quelli rivolti alle scuole primarie, per le quali si tengono veri e propri corsi rivolti agli alunni, come quelli in cui si insegna l’importanza dell’esistenza e della salvaguardia delle api.

Inoltre, laureati e laureandi sono coinvolti  in attività di volontariato così che possono acquisire competenze sul campo.

Il progetto prevede anche delle iniziative come la tutela degli animali autoctoni, in via di estinzione. È il caso del Gatto Selvatico Scozzese, Felix Silvestris Grampia del quale si contano ormai circa quaranta esemplari e per il cui recupero, Highland Titles ha predisposto, la Wildcat Reabh all’interno della riserva di Glencoe Wood.

Gestita da medici veterinari e volontari, Wildcat Reabh è una grande clinica veterinaria all’aperto, dove avviene il recupero dei gatti selvatici trovati feriti o abbandonati. Fa parte del progetto anche l’iniziativa  di protezione del porcospino, in via di estinzione in tutta la Gran Bretagna, fino a pochi anni fa erano stimati circa 3 milioni di esemplari drasticamente calati a 1 milione.

Il progetto coinvolge persone comuni, ma anche persone che oltre ad avere un legame di origini con la Scozia, nutrono un enorme senso ecologista e tra i  sostenitori si annoverano  anche personaggi del mondo dello spettacolo del calibro di Woopy Goldberg.

Lady Whoopi Goldberg

Lady Whoopi sent a message at the end of last year, when she received her package from Highland Titles, which we haven't been able to share until now.Looking forward to the visit 😀 😀

Posted by Highland Titles Nature Reserves on Saturday, February 22, 2020

Dopo la pandemia, quando ci sarà la possibilità di tornare a viaggiare nuovamente oltre i propri confini nazionali, potrebbe essere un’idea quella di visitare queste riserve naturali.

Tra marzo e dicembre dello scorso anno e fino a poco prima del blocco causato dal Covid-19 ha portato nella zona circa 20.000 visitatori da ogni angolo del mondo.

La riserva di Glencoe Wood, a poche miglia dalla storica cittadina di Glencoe, la zona resa famosa da William Wallace e Robert the Bruce e luogo in cui la storia ricorda la rivolta contro l’Inghilterra, che ha ispirato il memorabile film Braveheart con Mel Gibson.

Glencoe Wood è al 5° posto tra le 500 location da visitare durante un viaggio in Scozia. La seconda Riserva Naturale è quella di Mountainview in Lochaber. A poche miglia da Fort Williams, poco lontana dal Glenfinnian Viaduct dove passa il Jacobite, il treno reso famoso dalla saga di Harry Potter.

In quei luoghi è iniziata la piantumazione con più di 2000 piante autoctone della foresta caledone, con il contributo di volontari locali e ragazzi delle scuole superiori.

Visitando le riserve naturali si potrà percorrere il nuovo ponte su Salachan Burn, il fiume che attraversa la riserva di Glencoe Wood, che è uno dei risultati del progetto Highland Titles, la pista ciclabile protetta più lunga della Scozia, oltre 60 Km che partendo dalla cittadina di Glencoe arriva fino Oban attraversando paesaggi verdi da mozzafiato.

Per chi è incuriosito dal progetto e lo volesse ammirare con i propri occhi visitandone i luoghi, potrà soggiornare nella Shepherd’s Cot, la casa su ruote utilizzata dai pastori scozzesi, realizzata attraverso il progetto di crowdfunding e ubicata sulle rive del fiume Salachan Burn, niente internet, solo silenzio e bosco, lontano dai sentieri battuti dai turisti, con tutti i servizi che servono per vivere qualche giorno in piena contemplazione e ascolto rispettoso della natura.

Condividi: