Home Imprese Sostenibili IdeeRete, da Assimoco 650.000 euro a sostegno della ripresa

IdeeRete, da Assimoco 650.000 euro a sostegno della ripresa

pubblicato il:
ideerete bando assimoco
Foto di Anna Shvets da Pexels

Sostenere la ripresa del tessuto sociale ed economico dei territori più colpiti dall’emergenza sanitaria, contribuire ad attivare percorsi per supportare la ripresa, favorire la riprogettazione di attività imprenditoriali, la rigenerazione dei territori e delle comunità: ecco gli obiettivi del bando IdeeRete di Assimoco

Dopo la “rinascita Assimoco” – così la chiama Guido Gusella, responsabile dello sviluppo commerciale partner del Gruppo Assimoco – che abbraccia un nuovo paradigma di impresa, con un duplice scopo, profitto ma anche beneficio comune, nasce la strategia orientata al servizio verso la comunità e alla “trasformazione culturale dei dipendenti” arriva un importante passo rivolto agli stakeholder e ai territori, che li aiuti a superare il difficile momento creato dalla crisi sanitaria.

Da qui nasce il bando IdeeRete, con una dotazione di 650.000 euro che andranno a finanziare almeno 10-15 progetti selezionati dal Comitato Scientifico, con tagli che andranno dai 50 ai 90mila euro per un finanziamento massimo dell’80% del valore del progetto presentato.

Il bando si apre oggi e si concluderà il 28 febbraio 2021 ed è rivolto a enti profit, non profit aziende (profit e benefit) e startup che dovranno presentare progetti realizzati all’interno del territorio italiano, di durata massima compresa fra i 18 e i 24 mesi e che permettano di misurare l’impatto positivo prodotto sulle persone, la società e il territorio.

Per Alessia Borrelli, responsabile cultura e sostenibilità del Gruppo Assimocoil bando vuole dare una risposta concreta per ripristinare la perdita di valore del capitale attraverso un sostegno che sia di natura trasformativa – progetti innovativi che creino nuovi modi di rispondere alle difficoltà attuali e che seguano un percorso in linea con quello già tracciato dall’Asvis per il nostro territorio“.

Le linee guida indicate da Asvis vanno a sostenere infatti la transizione ecologica e sostenibile; pilastri che vengono ripresi e sviluppati dal bando IdeeRete che prevede quattro ambiti di intervento ben delineati:

  1. transizione verde, per azzerare le emissioni mette di CO2 entro il 2050, incentivare la mobilità sostenibile e la sicurezza sismica e idrogeologica
  2. trasformazione digitale, per lo sviluppo di servizi digitali per lo smart working, di formazione per il capitale umano
  3. tutela della salute, incentrata sulla ricostruzione di reti territoriali che ripristinino lo spazio di socialità e l’assistenza territoriale
  4. lotta alla povertà, sostenendo le periferie, l’economia circolare nel settore agroalimentare e la lotta allo spreco di cibo

La selezione dei progetti verrà fatta dal Comitato Scientifico che, 60 giorni dopo la chiusura del bando, assegnerà i finanziamenti ai progetti vincitori – erogati in percentuale rispetto all’avanzamento dei lavori.

Possono partecipare al bando enti profit, che evidenzino il perseguimento di un agire responsabile dell’attività d’impresa, ed enti non profit, comprese le startup. Cooperative, incluse le cooperative sociali, società Benefit, società con certificazione B Corp, fondazioni e associazioni e nuove imprese ad alto valore tecnologico sono tra le realtà che potranno partecipare al bando IdeeRete.

Per Mauro del Barba, senatore promotore della legge sulle società benefit e presidente di Assobenefit “il progetto segna un passo avanti nell’evoluzione del sistema delle società benefit ed è significativo che sia stato fatto da una società certificata Bcorp. Inoltre è importante che lo Stato continui a supportare questa crescita del sistema come già sta facendo attraverso l’assegnazione di crediti di imposta per chi si trasforma in società benefit, con fondi del Mise a loro e assegnando punti per i concorsi pubblici“.

Tutti i dettagli, i moduli informativi e per l’iscrizione al bando IdeeRete di Assimoco sono disponibili online.

Condividi: