Home Eco Lifestyle Bacche multicolori, pirotecniche che danno colore ai giardini invernali

Bacche multicolori, pirotecniche che danno colore ai giardini invernali

pubblicato il:
bacche multicolori
Foto da PxHere

La Natura non smette mai di sorprenderci: non solo ci dona copiose e profumate fioriture in primavera e in estate, ma anche romantiche bacche multicolori negli inverni più freddi. In questo articolo vi presento la mia decina ideale da mettere a dimora, proprio in queste settimane, non solo nel giardino di campagna ma anche in quello di città

Una specie da riscoprire per via dei suoi frutticini di un bel rosso carminio è il Cornus mas (corniolo), ottimo sia come esemplare isolato, che a formare delle siepi miste. E poi i frutti sono molto appetibili per preparare squisite bevande, gelatine e confetture.

Ma è tra i Cotoneaster che la scelta è veramente infinita: adoro il C. lacteus per via del suo morbido portamento arrotondato, i cui rami si ricoprono di piccole perle rossastre. Per chi di voi cerca un po’ più di altezza, l’Eleagnus umbellata fa al caso vostro. Raggiunge circa i 180/200 cm e i suoi frutticini sembrano piccole ciliegie.

Da notare che sulla superficie presentano macchioline bianche. Altri arbusti decisamente sorprendenti sono la Pernettya mucronata, le cui bacche a seconda della varietà sono bianche, rosse o rosa-viola e l’arancio trifogliato (Poncirus trifoliata, con la foglia centrale che può raggiungere i 4 cm di lunghezza e due foglie laterali più piccole).

Diversamente da tutti gli altri agrumi, sopporta il freddo sino a -15°C e la buccia dei frutti è lievemente pelosa. I rami hanno lunghe spine e i frutti globosi di 3-5 cm di diametro sono dapprima verdastri e poi virano al giallo limone a piena maturazione, persistendo sulla pianta sino a inverno inoltrato!

Agli spettacolari fiori primaverili dei Malus da fiore, seguono frutti che sembrano usciti dalle pennellate di un pittore impressionista. Il M. Golden hornet è una vera e propria cupola d’oro, carica di frutti giallo-dorati molto interessanti mentre il Malus var. Rudolph ci regala deliziosi pomi color amaranto, riuniti in mazzetti.

Gli ilex sono parenti stretti dell’agrifoglio e tra le numerose specie/varietà un posto d’onore lo assegniamo all’Ilex verticillata Chrysocarpa per i suoi frutticini giallo-aranciati e l’Ilex macrocarpa per le sue insolite bacche bluastre.

La Nandina Domestica Fire Power è un piccolo cespugliotto sempreverde, dal portamento compatto. Originaria di Cina e Giappone è caratterizzata da una crescita lenta e da foglie composte, di colore giallo-verdastro in estate e rosso-granata in autunno/inverno.

All’inizio dell’estate, sbocciano piccolissimi fiori di colore bianco burro in spighe terminali, che maturano poi in pannocchie di bacche cremisi in queste settimane. Coltivatela sia in piena terra, ma riesce molto bene anche in vaso e in fioriera.

Il giardino ci regala emozioni in tutte le stagioni dell’anno: se in primavera/estate si riempie di vivaci tinte e profumi provenienti da un allegro guazzabuglio di fiori, d’ora in avanti ci dona calde, intime pennellate di colore delle piante da bacca.

Stefano Pagano Stefano Pagano: laureato in Verde ornamentale e tutela del paesaggio alla Facoltà di Agraria di Bologna, collabora con lo Studio Tecnico Paesaggistico, studio che si occupa di progettazione di parchi, giardini e terrazzi ed è responsabile del team operativo La Giardineria | e-mail | Facebook
Condividi: