Home Imprese Sostenibili Persone migliori creano un mondo migliore, parola di Flowe

Persone migliori creano un mondo migliore, parola di Flowe

pubblicato il:
flowe

Farsi promotori di una nuova educazione all’ambiente e trasmettere agli altri energie e stimoli positivi per trasformare quello ci circonda: è la missione di Flowe, società benefit e pending BCorp – certificazione indipendente che attesta i risultati di sostenibilità – emergente istituto italiano di moneta elettronica, che punta all’educazione – non solo dei giovani – sui temi dell’innovazione e della sostenibilità economica, sociale e ambientale

Persone migliori creano un mondo migliore“, si presenta all’intervista con questo slogan Ivan Mazzoleni, ceo sui generis di Flowe, una società, startup Fintech, che punta all’innovazione e alla sostenibilità perché diventino trasmettitori di energia positiva.

Un ceo sui generis, abbiamo scritto, perché in Flowe con questa carica non si intende soltanto “chief executive officer” ma soprattutto cultural energy orchestrator, un direttore, un promotore dell’indirizzamento delle energie positive verso gli obiettivi importanti.

Che sono, per la maggior parte dei giovani quelli di una ritrovata sostenibilità a tutto tondo: economica – perché le aziende benefit perseguono anche il profitto, non soltanto obiettivi solidali ed educativi – sociale – perché una società che presenta troppe disuguaglianze non è più sostenibile – ma soprattutto ambientale – cambiamenti climatici, inquinamento dell’aria, consumo di suolo sono problemi gravissimi che rendono scuro e difficile il futuro dei nostri figli e nipoti se non si interviene subito.

Bene, come si inserisce un’azienda finanziaria come Flowe – che fa parte del Gruppo Mediolanum – in questo discorso? “Ogni essere umano è protagonista e può fare la differenza, ogni goccia e gesto contano, in quanto su larga scala l’impatto è grande – spiega Ivan MazzoleniVogliamo allenare i giovani e le persone ad avere un mindset trasversale, vogliamo aiutarli ad aumentare la consapevolezza delle risorse, sia personali che economiche ma anche ambientali“.

Uno sforzo mirato soprattutto verso le generazioni più giovani, che si sentono spesso incerte nei confronti del proprio futuro e incapaci di scegliere una direzione.

A loro – ma anche a tutti coloro che pensano in modo aperto e positivo – Flowe vuole fornire strumenti e metodi per sviluppare il proprio potenziale e per vivere meglio, contribuendo a rendere migliore il mondo.

Attraverso iniziative interne – riduzione delle emissioni, obiettivi per rendere l’azienda Carbon Neutral, filosofia operativa cashless (ovvero senza contante) che si concretizza in una carta di debito realizzata in legno (due strati esterni in legno e uno strato interno in plastica riciclata per adempiere alle normative bancarie di pieghevolezza e di durata della tessera), impegno diretto dell’azienda e dei suoi dipendenti a operazioni di volontariato – ma anche esterne, a supporto di associazioni e startup innovative.

Per esempio, il progetto di raccolta della plastica realizzato il 27 settembre in collaborazione con Plastic Free, con il coinvolgimento di 5.000 persone attive in 40 diverse località italiane, ha permesso di raccogliere 30.000 kg di plastica ripulendo 150 km di strade e coste.

Oppure l’iniziativa digitale Lunghezze d’Onda che, grazie alle 70.000 e più visualizzazioni web raccolte in 24 ore, ha permesso di piantumare oltre 7.000 alberi compensando circa 3.900 tonnellate di CO2.

Finora Flowe ha collaborato con partner d’eccezione a 36 progetti e ne ha altri 16 in fase di definizione, raggiungendo risultati concreti, come la costruzione di un acquedotto per portare acqua potabile a 37 famiglie in Sri Lanka, garantendo 59.455.763 litri d’acqua alla comunità locale di Norwood; adottando 3 balene con Tethys e 6 tartarughe con Plastic Free; supportando oltre 150 eventi di raccolta della plastica entro dicembre 2021, in partnership con Plastic Free; finanziando D-heart per l’acquisto di 12 kit con defibrillatori portatili che sono stati donati a medici di base per supportarli durante l’emergenza; sostenendo la startup Kids of Broken Future nei suoi progetti di moda etica e sostenibile.

L’offerta di digital bank di Flowe fornisce a suoi clienti un conto con carta di debito (fisica, realizzata in legno certificato) e un’app per smartphone che ne calcola i consumi di CO2 e consente loro di ricompensarli attraverso un’azione di riforestazione di un’area a rischio in Guatemala; grazie alla partnership con ZeroCo2, portando benefici all’economia e all’alimentazione delle famiglie locali.

Non soltanto fintech, finanza e moneta elettronica che le hanno fatto raggiungere, con un mese di anticipo gli obiettivi di crescita pianificati, i 120.000 utenti – i Flome, clienti e partecipanti alle iniziative del suo ecosistema – ma anche una visione olistica del mondo.

Una visione che punta molto sull’istruzione e sulla formazione scolastica che devono fare emergere la voglia di conoscenza dei giovani e dare loro modo di sviluppare il proprio potenziale e rendersi autonomi, imprenditori di se stessi: perché, conclude Mazzoleniattraverso i giovani e le loro scelte potrà nascere un mondo sostenibile, migliore e più felice, per questo è importante fin da subito dare ai ragazzi incentivi e strumenti per ampliare il proprio potenziale e divenire sempre più consapevoli del loro impatto nella società“.

Condividi: