Home Eco Lifestyle Volare in Irlanda, sostenibilmente, con alcuni interessanti vantaggi

Volare in Irlanda, sostenibilmente, con alcuni interessanti vantaggi

ireland week

Mentre si festeggia la Ireland Week – fino al 17 marzo – con numerose iniziative a Milano e quest’anno anche a Roma, l’isola di smeraldo risulta meta sostenibile anche grazie alla compagnia di bandiera Aer Lingus che offre alcuni interessanti punti di forza

L’Irlanda è meta sicuramente Green – lo dice il nome stesso della destinazione – anche per gli sforzi fatti dal suo ente turistico che, oltre a mettere energia nel raggiungimento degli obiettivi in tema di sostenibilità, si prepara ad affrontare una stagione turistica positiva.

Come testimonia il premio Blu per la categoria Menzione d’Onore – Decennio del Mare Unesco assegnato alla Wild Atlantic Way, la strada panoramica segnalata tra le più lunghe al mondo (2.500 Km) che segue tutta la costa occidentale irlandese.

O come le contee di Cork e Kerryo che offrono la valorizzazione delle alghe, apprezzate dagli abitanti locali, che diventano parte di attività a impatto zero come il wellness dei bagni alle alghe, preziosi alleati della pelle, o le esperienze agroalimentari, o ancora il foraging guidato sulla spiaggia.

Così, per festeggiare il suo santo patrono, san Patrizio, anche quest’anno l’Irlanda si presenta a Milano e a Roma – per la prima volta – attraverso la Ireland Week con iniziative, spettacoli danzanti e degustazioni di prodotti tipici.

Marcella Ercolini, direttrice del Turismo Irlandese in Italia, spiega che “il turismo è in grande ripresa e il dato 2023 è positivo con una domanda forte lungo tutto l’arco dell’anno. Il 2024 è l’anno in cui l’Ireland Week esce dai confini milanesi non solo in Italia: oltre a quella di Roma, ci saranno, infatti, edizioni anche a Madrid, Parigi, Vienna e Zurigo“.

Merito anche di un’offerta di viaggio green, attrattiva ed economica da cui arrivano i presupposti di una stagione turistica 2024 favorevole. L’offerta di voli verso l’Irlanda, infatti, sta registrando una crescita del 5% rispetto al 2023 con Aer Lingus e Ryanair che stanno investendo molto sulle rotte italiane.

In particolare, Aer Lingus è un vettore di trasporti poco conosciuto ma piuttosto interessante: innanzitutto dall’Italia effettua voli da Brindisi, Catania, Milano (sia Linate che Malpensa), Napoli, Olbia, Pisa, Roma (Leonardo da Vinci) e Venezia con tariffe vantaggiose e alcuni plus davvero comodi.

Per esempio il fatto di poter arrivare in Irlanda con la sola carta di identità (al contrario della Gran Bretagna che richiede il passaporto) e, soprattutto, per i voli verso gli Stati Uniti, la possibilità di effettuare le procedure di ingresso nel Paese – sia il visto dell’immigrazione che i controlli doganali e sui prodotti agricoli – direttamente in aeroporto a Dublino o a Shannon.

Entrando negli stati Uniti come se si fosse un passeggero locale, con notevole risparmio di tempo sulle lunghe file di turisti. Aer Lingus è anche un vettore attento alla sostenibilità. La roadmap per il raggiungimento delle zero emissioni al 2050 si compone di due distinti interventi sulle operazioni in volo e a terra.

Nel primo caso la compagnia aerea sta lavorando per sostituire gli aeromobili più vecchi con altri più efficienti dal punto di vista dei consumi, per ridurre le emissioni di carbonio grazie a scelte di carburanti più sostenibili, per ridurre l’impatto acustico degli aeromobili e per ridurre i rifiuti a bordo – eliminando la plastica monouso e introducendo il riciclaggio – e il consumo di acqua.

Per quanto riguarda le operazioni a terra, invece, Aer Lingus è al lavoro per ridurre i consumi energetici negli uffici e negli aeroporti, aumentare l’uso di veicoli elettrici, rideurre il consumo di acqua e sta fissando obiettivi di riciclaggio e riduzione dei rifiuti negli uffici.

Condividi: