Home Imprese Sostenibili Il Trentino Alto Adige cerca idee e cervelli verdi a cui regalare...

Il Trentino Alto Adige cerca idee e cervelli verdi a cui regalare un soggiorno

pubblicato il: - ultima modifica: 12 Marzo 2019
trentino alto adige

Un soggiorno tutto pagato in Trentino Alto Adige alla scoperta delle tecnologie sostenibili: per vincerlo basta raccontare come sarà il futuro energetico italiano.

Si apre, infatti, la terza edizione del concorso nazionale di idee Enertour 4 students, che mette in palio per i migliori 20 studenti universitari, oltre al soggiorno, anche la possibilità di presentare il proprio progetto davanti ad aziende e istituzioni leader del settore.

Durante il soggiorno di 2 notti e tre giorni all-inclusive i vincitori visiteranno impianti a fonte rinnovabile, cantieri di edifici energeticamente efficienti e potranno scoprire come funzionano i migliori edifici CasaClima realizzati sul territorio.

Si tratta di una ghiotta opportunità per chi ha fame di sapere tutto sulle tecnologie green, perché il Trentino Alto Adige è un ottimo esempio tutto da scoprire.

Attualmente, infatti, conta oltre 3.000 edifici CasaClima energeticamente efficienti: la Green Region d’Italia dove il 57% del fabbisogno energetico è coperto da energie rinnovabili, nonché patria di CasaClima è quindi la meta migliore per guardare dietro le quinte di un settore in crescita e con grandi potenzialità economiche.

Per garantire un futuro alle energie rinnovabili e all’efficienza energetica bisogna mostrare e trasmettere le esperienze pratiche relative alle tecnologie green ai progettisti di domani” spiega Gerhard Brandstätter, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano che organizza il concorso insieme al TIS innovation park, il parco tecnologico altoatesino “È per questo che vogliamo mostrare ai ragazzi il nostro patrimonio di conoscenze nell’ambito energetico: per motivarli a orientare i propri studi e la propria professione in un’ottica sostenibile“.

Coinvolgere i giovani, stimolarli a pensare green, valorizzarne le idee sono, infatti, gli obiettivi dichiarati degli organizzatori.

E i ragazzi non hanno deluso le aspettative: il successo ottenuto, infatti, nelle precedenti edizioni ha dimostrato come la conoscenza delle green tecnology e l’interesse alle problematiche energetiche siano particolarmente vivi tra i giovani studenti universitari e siano affrontati con fantasia e consapevolezza.

Fotosintesi artificiale, edera fotovoltaica, macchina cattura fulmini, materiali piezoelettrici, sono solo alcuni degli argomenti trattati nelle precedenti edizioni del concorso, al quale hanno partecipato oltre 120 studenti da più di 30 facoltà italiane; ma anche gli aspetti legati alla sfera culturale e sociale sono stati presi in considerazione, consapevoli che, senza la promozione diffusa di una cultura green, l’Italia non sarà in grado di presentarsi all’appuntamento con il futuro in modo adeguato.

Quindi, per partecipare alla terza edizione, non resta altro che mettere in moto il cervello e iscriversi al concorso inviando a [email protected], entro il 21 marzo 2014, un video, una presentazione o un poster che racconti la propria visione del sistema energetico italiano del futuro.

Il concorso è patrocinato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Condividi: