Home Eventi Presentata in Campidoglio l’ottava edizione di CompraVerde-BuyGreen

Presentata in Campidoglio l’ottava edizione di CompraVerde-BuyGreen

presentazione compraverde-buygreen

presentazione compraverde-buygreenÈ stata presentata in Campidoglio l’VIII edizione del Forum CompraVerde-BuyGreen, manifestazione dedicata al Green Public Procurement (GPP) e alla Green Economy, in programma l’1 e il 2 ottobre all’Acquario Romano, Casa dell’Architettura.

Nell’intera due giorni il programma culturale del Forum offrirà ai partecipanti oltre 40 appuntamenti divisi fra convegni, workshop e seminari formativi come il GPP dalla A alla Z, che vedranno la partecipazione di oltre 80 tra referenti delle migliori pratiche, maggiori esperti del settore e più importanti decisori, e l’allestimento dell’area Green Contact, per lo scambio delle buone pratiche tra pubbliche amministrazioni e imprese, che vede l’adesione, a oggi, di oltre 70 realtà tra piccole e medie imprese, multinazionali, pubbliche amministrazioni (regioni, provincie e comuni), associazioni e consorzi, con oltre 700 appuntamenti di matching già programmati.

Tante le novità di questa edizione come: la prima giornata di networking nazionale del progetto europeo GPP2020 il programma che mira a diffondere la cultura degli acquisti verdi nell’amministrazione pubblica per un’economia a bassa intensità di carbonio; e l’allestimento dell’Area REPLICA–Salone dei Lavori Verdi, uno spazio totalmente dedicato al tema dei Green Jobs.

Così come per le passate edizioni anche quest’anno il Forum ricerca e valorizza le realtà italiane più virtuose. Saranno, infatti, premiate le organizzazioni che si sono contraddistinte per le politiche di riduzione degli impatti ambientali e per l’adozione di sistemi di acquisti sostenibili, quattro i riconoscimenti assegnati: Premio CompraVerde, Premio Vendor Rating e Acquisti Sostenibili, Premio MensaVerde e Premio CulturaInVerde.

“Ogni giorno gli enti pubblici italiani, attraverso i loro acquisti, compiono scelte di politica industriale per 360 milioni di euro” spiega Silvano Falocco, Direttore Culturale del Forum “L’obiettivo europeo e nazionale è quello di raggiungere il 50% di acquisti sostenibili sul totale degli acquisti delle PA. In Italia si tratterebbe di riconvertire circa 135 miliardi di acquisti l’anno, in questo momento però, il nostro paese copre a malapena il 9% degli acquisti complessivi attraverso i criteri ambientali e sociali. L’ostacolo principale all’attuazione del Green Public Procurement (GPP) è data dalla scarsa informazione e formazione dei responsabili d’acquisto e dalla diffusione del GPP e della sua metodologia nelle stazioni appaltanti. CompraVerde-BuyGreen è quindi l’occasione migliore per formarsi e aggiornarsi sui temi del Green Procurement, specialmente alla luce dell’approvazione da parte della Commissione Ambiente della Camera, lo scorso 4 settembre, del Collegato Ambientale dove sono previste una serie di norme che favoriscono l’introduzione del GPP in Italia”.

“Ospitare a Roma un evento importante come il Forum” dichiara Estella Marino, Assessore all’ambiente, agroalimentare e rifiuti di Roma Capitale “non è stata semplicemente una scelta di localizzazione, ma una scelta strategica. Negli ultimi anni, nel nostro paese la consapevolezza in materia di acquisti pubblici verdi è notevolmente cresciuta grazie a iniziative come questa, che consentono di acquisire le conoscenze di base e soprattutto i metodi per metterli in pratica. Roma Capitale ha avviato, infatti, una profonda trasformazione del proprio modello di sviluppo, riportando al centro dell’agenda di governo i temi della qualità dell’ambiente e di un processo di innovazione che intende creare le occasioni per il futuro di una città più intelligente, efficiente e sostenibile”.

“L’adesione della Regione Lazio al Forum e anche al progetto GPP2020, riconferma l’impegno di carattere strategico in materia di acquisti verdi e sostenibili ampiamente dichiarato nel programma di governo della Presidenza Zingaretti” dichiara Fabio Refrigeri, Assessore alle Infrastrutture, Politiche abitative, Ambiente della Regione Lazio “Gli atti di questa amministrazione sono stati all’altezza, infatti, degli scenari europei, manifestando la volontà esplicita e sistematica della giunta regionale di raggiungere obiettivi ambiziosi sul tema del GPP”.

Condividi: