Home Green Jobs Aree marginali, un programma di Fondazione Cariplo per riattivarle

Aree marginali, un programma di Fondazione Cariplo per riattivarle

città: Milano - pubblicato il:
attivaree fondazione cariplo

attivaree fondazione cariploFare rinascere le aree marginali ridando vitalità e movimento ai luoghi periferici: è l’obiettivo di AttivAree, un programma di Fondazione Cariplo, che ha deciso di impegnarsi e investire sul futuro di queste aree.

Il tema scelto da Fondazione Cariplo è quello della rinascita dei luoghi periferici, delle aree ai margini delle città che possono tornare a vivere; una sfida che vede come protagoniste aree che la storia recente ha condannato all’abbandono, per riportarle alla luce, iniziando a ri-scoprirle.

Per questo motivo il programma AttivAree mira a riattivarle e a renderle più interessanti, dando loro capacità di attrazione con la valorizzazione e la messa a sistema di tutte le loro risorse: ambientali, culturali, economiche e sociali.

AttivAree, promozione e sostegno alle aree marginali

L’aiuto del programma AttivAree verso le aree marginali si esplicita quindi attraverso il sostegno e la promozione dei loro elementi di unicità, creando reti collaborative che consentano di superare le difficoltà e le distanze dai centri urbani maggiori e dai servizi.

Con AttivAree Fondazione Cariplo mette a disposizione di due territori – l’Oltrepò Pavese e la parte alta delle bresciane Valle Trompia e Valle Sabbia – un contributo di 10 milioni di euro.

I progetti Oltrepò(BIO)diverso e [email protected] Resilienti, scelti tra 11 proposte a una Call for Ideas, sono una scommessa per il futuro questi due territori che hanno ri-scoperto il loro patrimonio, materiale e immateriale.

Ma i territori non possono prescindere da chi li abita; per questo è fondamentale attrarre soprattutto i giovani che per questi territori un domani potranno fare la differenza, decidendo di restare ad abitarvi; offrire a questi giovani, attraverso la creatività, un’idea diversa e delle opportunità per continuare ad abitare questi luoghi è quindi fondamentale.

Per questo Fondazione Cariplo ha voluto approfittare dell’occasione del Giffoni Festival – organizzato in un’area periferica come Giffoni Valle Piana che, da marginale si è conquistata un posto importante nel panorama culturale italiano – per promuovere sui territori del programma AttivAree un esempio riuscito di rinascita e di opportunità per innestare a livello locale strumenti e relazioni utili per il futuro dei giovani.

La collaborazione con Giffoni Experience si tradurrà in corsi di formazione attraverso i quali il team Giffoni insegnerà ai ragazzi delle due aree a realizzare cortometraggi e spot sui propri territori, utilizzando strumenti digitali professionali, ma anche quelli che hanno sempre in tasca.

Le produzioni realizzate dai ragazzi dei territori di AttivAree saranno ospitate all’interno del Festival del Cinema di Giffoni 2018: non vediamo l’ora di scoprire il loro sguardo e di cogliervi possibili progetti di futuro.

Condividi: