Home Agricoltura e Bio Fertilizzanti, si trovano nuove strade

Fertilizzanti, si trovano nuove strade

città: Milano - pubblicato il:
fertilizzanti naturali

In tutto il mondo si cercano nuove strade per rendere i fertilizzanti meno invasivi, più efficienti e a basso impatto ambientale. Oggi ve ne segnaliamo due…

In Alabama è di questi giorni l’inaugurazione di un nuovo impianto di fertilizzanti rivestiti. La notizia ci giunge da Stamicarbon B.V. – una controllata di Maire Tecnimont – che sta lavorando a stretto contatto con Pursell Agri-Tech Llc (PAT).

In sintesi, un rivestimento innovativo composto da una membrana smart, avvolge le sostanze nutrienti impedendo che le stesse filtrino nel suolo e si disperdano nell’aria, garantendo quindi un rilascio nel terreno al momento giusto e alla velocità più adeguata.

L’obiettivo di questi fertilizzanti a rilascio controllato è quello di aiutare gli agricoltori ad aumentare i raccolti e a ottimizzare la produzione, anche per coltivazioni su larga scala.

Fertilizzanti biologici, una sperimentazione in Friuli

È in piena economia circolare il prodotto finale dell’impianto di Net Spa situato a San Giorgio di Nogaro (UD) dove tutti gli scarti della frazione verde (rami, rametti, erba tagliata per circa 19mila tonnellate di verde all’anno) vengono trasformati in ammendante, un fertilizzante di elevata qualità.

La buona pratica nasce da un attenta e puntuale raccolta differenziata. E infatti i responsabili del servizio in Net si raccomandano: nei cassonetti dedicati alla raccolta del verde devono essere conferiti solamente le fronde degli alberi che sono state tagliate, i rametti, l’erba tagliata dei prati, le foglie, la potatura delle siepi e le erbacce strappate.

Ogni altro materiale, dalla plastica alla carta, deve essere conferito altrove. Questo per agevolare il processo di trattamento e assicurare un prodotto finale – il fertilizzante appunto – a elevata qualità.

Tra cassonetti stradali e container delle ecopiazzole, sono oltre 1.200 i punti di raccolta che Net Spa mette a disposizione dei cittadini su 86 Comuni delle province di Udine e Trieste per una popolazione di oltre 350mila abitanti.

Condividi: