Home Eco Lifestyle Cambiare la finanza per cambiare il mondo.. con libri e film

Cambiare la finanza per cambiare il mondo.. con libri e film

città: Firenze - pubblicato il:
non con i miei soldi - finanza etica

La finanza deve cambiare, diventare più etica e sostenibile perché il sistema deve adeguarsi alle profonde modifiche avvenute a livello globale; per farlo serve sensibilizzazione e cultura, obiettivi della rassegna Non con i miei soldi che si terrà a Firenze, dal 30 agosto al 7 settembre, presso la Biblioteca delle Oblate (via dell’Oriuolo 24, alle ore 20:30).

Attraverso cinema e libri dunque si può cercare di far capire alle persone come cambiare la finanza per cambiare il mondo, anche con piccoli gesti alla portata di tutti – per esempio scegliere una banca etica, non affidandosi alle promozioni offerte ma sulla base di un’analisi delle operazioni finanziarie che fa.

A organizzare la rassegna Non con i miei soldi è Fondazione Finanza Etica che propone nella nuova edizione un ciclo di 5 incontri per capire il mondo della finanza e per lanciare suggestioni sulle scelte individuali e collettive che possono indirizzare il sistema finanziario verso il sostegno a progetti di economia sostenibile, inclusiva, solidale e orientata al bene comune.

La rassegna, realizzata in collaborazione con il Festival dei Popoli, attraverso il cinema e i libri, vuole avvicinare i cittadini a tematiche cruciali per il futuro di tutti. I film saranno introdotti da Vittorio Iervese, Presidente Festival dei Popoli/Università di Modena e Reggio Emilia.

Si inizierà quindi venerdì 30 agosto con la prima visione dei Panama Papers, introdotta da Misha Maslennikov, policy advisor di Oxfam Italia.

Poi sabato 31 si parlerà di ambiente, con Giorgio Ricchiuti che incontra Stefano Caserini, autore di Il clima è (già cambiato) e con la proiezione di Il sale della terra di Wim Wenders.

Per il tema diritti umani giovedì 5 Rosy Battaglia, giornalista di Valori, incontrerà Cecilia Strada e a seguire ci sarà la proiezione di Eldorado, di Markus Imhoof (distribuito da ZaLab).

Venerdì 6 la rassegna di sposterà a Cango Centro Nazionale di produzione Virgilio Sieni, dove Mauro Meggiolaro incontrerà Joris Luyendijk, autore di Nuotare con gli squali, libro tratto dalla suo blog sul Guardian Voices of finance, da cui è stato tratto il documentario omonimo, che sarà proiettato a seguire.

Sabato 7 la rassegna chiuderà con un incontro a due tra Lorenzo Marsili, autore di La tua patria è il mondo intero e La guerra di tutti di Alberto Ventura e la proiezione di Le ultime cose, di Irene Dionisio, storie intorno al banco dei pegni di Torino.

Condividi: