Home Imprese Sostenibili Simulazioni sul campo per non sprecare acqua

Simulazioni sul campo per non sprecare acqua

pubblicato il:
water for life - sostenibilità - giornata acqua - meteorologia

Dai laboratori della francese Dassault Systemes modelli e comportamenti per salvaguardare al meglio l’oro blu. Ecco la sintesi del progetto Water for Life

La risorsa più preziosa: l’acqua. Tanto che tutti la vogliono. Non è una banalità, allora, ricordare che ancora oggi nel mondo il 40% della popolazione usufruisce di risorse idriche scarse o, addirittura, nulle.

Così come, di conseguenza, non sarà una sorpresa scoprire, per chi non ne fosse ancora a conoscenza, che il 2021 appena cominciato è il terzo anno tra quelli compresi nello speciale Decennio Internazionale d’Azione per l’Acqua, inaugurato dall’Onu nel 2018 e parte degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile intrapresi dall’organizzazione.

Punta ai suddetti obiettivi, in particolare a quello che, al punto 6 del documento giuridico internazionale, si impegna a garantire al maggior numero possibile di individui la disponibilità di acqua, l’impegno recentemente assunto dalla francese Dassault Systemes attraverso il progetto denominato Water for Life.

Progetto Water for Life, di che cosa si tratta?

In buona sostanza, di un nuovo servizio messo a disposizione dei clienti della società, con l’obiettivo di inoculare nei consumatori un codice di comportamento eticamente responsabile per quanto riguarda l’utilizzo quotidiano delle risorse idriche.

Water for Life, infatti, è il più nuovo tra i progetti implementati dalla multinazionale nell’ambito della speciale campagna The Only Progress is Human, partita nello scorso mese di febbraio e specificamente volta dall’azienda ad aumentare, nei clienti, la consapevolezza delle sfide sociali e ambientali che il nostro attuale stile di vita industriale, ogni giorno, impone: ricerca una possibile soluzione ai correlati problemi di sostenibilità dei processi produttivi innovativi nell’adozione, tra le differenti alternative, delle configurazioni virtuali.

Ed è proprio facendo leva sulla tecnologia della virtualizzazione che Dassault Systemes intende cominciare a rincorrere l’obiettivo di un uso più saggio dell’acqua.

3Dexperience Lab, il laboratorio di accelerazione e open innovation della società, metterà infatti a disposizione delle aziende clienti le proprie risorse di intelligenza collettiva per trovare, di volta in volta, la formula più idonea a limitare il consumo idrico nello sviluppo dei processi industriali.

In questo modo, l’ottimizzazione, l’innovazione e la formazione, cioè i tre punti cardinali della metodologia che la multinazionale vuole adottare per accompagnare l’universo dell’industria verso gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Onu, sono fatti salvi.

In particolar modo – e ci teniamo a sottolinearlo – il personale addetto della società provvederà quanto prima a organizzare programmi formativi dedicati alla conoscenza e allo studio delle più urgenti problematiche relative al consumo globale dell’acqua.

L’obiettivo sarà ottenerne un impatto positivo sull’opinione pubblica; di certo presente, ma soprattutto quella delle generazioni future.

Condividi: