Home Green Jobs A tu per tu con un influencer ambientale: Nicola Lamberti

A tu per tu con un influencer ambientale: Nicola Lamberti

pubblicato il:
nicola lamberti

L’ambiente è nelle corde di Nicola Lamberti da quando era bambino. Ora che studia ingegneria ambientale, oltre a insistere sui temi Green, si propone come consulente

La conoscenza è alla base della consapevolezza. E più siamo a scrivere di quel tema meglio è“. Così la pensa Nicola Lamberti, giovane influencer ambientale cresciuto con la lettura di riviste come Focus e National Geographic per poi darsi ai social.

Così, insieme alla sua community, ha aperto su Instagram la rubrica Che Stagione è che inizia con indicazioni alimentari su frutta e verdura, per poi allargarsi a tutta la Sostenibilità.

All’inizio – ci racconta – è stata dura per me e per chi mi seguiva, ma poi, piano piano, si è creata una scia di persone che tenevano alla mia rubrica e avevano voglia insieme a me di cambiare la propria alimentazione“.

Molti gli spunti oltre al cibo: come Instagram pretende, Nicola posta documentari e fa riferimento anche all’attività fisica che nel frattempo pratica.

Al progetto hanno partecipato anche dei food blogger cui ho chiesto qualche consiglio e con cui mi sono confrontato e così posso dire di aver capito che la costanza e l’esempio possono portare a un successo collettivo“.

Insomma, chi la dura la vince: soprattutto quando la tematica – quella ambientale – è delicata e poco attraente “anche se ora c’è  più attenzione“.

In realtà, quella di Nicola è una passione che lo ha portato a scegliere anche la facoltà adatta: ingegneria ambientale.

E poi arriva la startup: “Tre anni fa la mia voglia di dare il contributo in maniera attiva mi ha spinto a fondare una startup di intimo ecosostenibile“.

L’idea era quella di offrire innanzitutto un prodotto realmente fabbricato in Italia e con materiali che fossero sostenibili (cosa che non era presente sul mercato).

In due anni abbiamo iniziato a vendere con successo in tutta Europa, abbiamo stretto una partnership con una squadra di pallanuoto belga e per le campagne social abbiamo scelto giovani ragazzi che conducevano uno stile di vita sano, legati allo sport (atletica leggera, nuoto, pallacanestro, pallavolo) e alla scienza.

Nei 2 anni d’attività, ho lavorato al design e alla ricerca del materiale ecosostenibile dell’underwear e del futuro beachwear, nonché alla realizzazione del packaging sostenibile“: Nicola segue anche tutta la logistica e-l’ecommerce dei prodotti e cura la comunicazione social e stampa del brand.

Un bel test sul campo, oggi Lamberti collabora con diverse realtà per lo sviluppo degli Esg in azienda, ha un progetto per insegnare educazione civica ambientale nelle scuole e fa volontariato con alcune associazioni che si occupano sia d’inclusione sociale e recupero alimentare, oltre alla salvaguardia del patrimonio biomarino.

È anche attraverso quest’adesione che cerco di mandare un ulteriore messaggio alla community social e non, per farli interessare alla tematica“.

Condividi: