Home Imprese Sostenibili Semplificare e rendere efficiente la riqualificazione energetica

Semplificare e rendere efficiente la riqualificazione energetica

pubblicato il:
superbonus 110% - sorgenia green solutions - intesa sanpaolo

Superbonus 110%, una misura che è piaciuta molto agli italiani e che ha dato un forte impulso al settore. Un accordo tra Sorgenia Green Solutions e Intesa Sanpaolo, semplifica l’accesso agli incentivi

Il Superbonus 110% ha dato una forte scossa al settore edile italiano coniugando la necessità di ridurre gli sprechi energetici degli edifici, di agevolare i cittadini nell’eseguire i lavori necessari a migliorare la classe energetica delle loro abitazioni e a rinvigorire l’economia legata al settore.

Ma accedere alle misure incentivanti non è così semplice, né riuscire a sfruttare meccanismi come la cessione del credito o lo sconto in fattura che, invece, sono davvero molto interessanti.

Difficoltà principali sono i passaggi burocratici, non sempre chiari, da seguire per un singolo cittadino, la necessità di far eseguire una diagnosi energetica dell’immobile per evitare di vedersi rifiutare gli incentivi economici e la non semplice modalità di cessione del credito di imposta, che dà grandi vantaggi all’utente.

Non ultimo, potersi affidare a un’azienda competente e strutturata, in grado di velocizzare – per quanto possibile – le pratiche tra cittadino ed enti locali per l’apertura delle varie pratiche di riqualificazione energetica.

Per agevolare questi passaggi nasce l’accordo siglato tra Sorgenia Green Solutions, società del gruppo Sorgenia che si occupa di efficienza energetica ad alto valore tecnologico, e Intesa Sanpaolo per permettere ai cittadini di sfruttare in modo semplice e immediato i vantaggi fiscali.

Per comprendere meglio in che modo fruttare appieno le opportunità introdotte dal Superbonus 110%, abbiamo intervistato Mario Mauri, Sales business & energy solutions director di Sorgenia, che ci racconta i vantaggi dell’accordo tra Sorgenia Green Solutions e Intesa Sanpaolo per la riqualificazione energetica.

A conclusione dell’intervista avevamo chiesto a Mauri un’opinione sulla proroga del provvedimento economico e il manager ci aveva risposto che “il Superbonus 110% rappresenta una grande opportunità per i nostri clienti: vogliamo accompagnarli in questo percorso virtuoso, rendendolo il più semplice possibile” e quindi, certamente, Sorgenia auspicava un allontanamento della scadenza, per dare modo a quanti più cittadini di usufruire del provvedimento.

Ebbene, è di queste ore la notizia, che la scadenza del provvedimento, che preoccupava non poco gli operatori, è stato smarcato dal Governo, spostando dal 30 giugno 2022 al 31 dicembre 2023 la fine del Superbonus – anche per i condomini e le case popolari è stato esteso al 30 giugno 2024, a condizione che a fine dicembre 2023 sia stato completato almeno il 60% dei lavori).

Un anno sembra un lungo periodo di tempo, ma tenendo conto della burocrazia… è bene che chi fosse interessato a sfruttare il Superbonus 110% decida in fretta di aderire.

Condividi: