Home Imprese Sostenibili Settembre e uva: il binomio perfetto per la cantina Kornell

Settembre e uva: il binomio perfetto per la cantina Kornell

pubblicato il:
tenuta kornell
Immagine di Kornell.it

In arrivo la stagione preferita dei vignaioli: in Alto Adige la cantina Kornell si prepara alla vendemmia. Ecco qualche informazione sulla stagione inerente la produzione vinicola

Con l’arrivo di settembre si sa, è tempo di vendemmia. L’uva è matura e i vignaioli si preparano entusiasti alla raccolta.

A raccontarci di questo splendido momento è la tenuta Kornell, situata a Settequerce, a pochi chilometri da Bolzano sul versante rivolto verso la zona di Appiano e Caldaro – area nota come la strada del vino.

Per Florian Brigl – proprietario della tenuta – il mese di settembre è il migliore: si raccolgono finalmente i risultati del duro lavoro effettuato durante i mesi precedenti.

Un vino di qualità, come spiega l’enologo Marco Chistè, dipende in gran parte dalla cura e dall’attenzione rivolta verso le piante durante tutta la stagione invernale, a partire dalla potatura fino ad arrivare alla vendemmia autunnale.

Nella cantina Kornell la parola d’ordine è saper aspettare: dare alle piante il giusto tempo di cui hanno bisogno. All’interno della tenuta l’uva, a partire dalla metà di agosto, viene controllata e poi raccolta manualmente nel momento più propizio.

È chiaro che ogni anno è diverso dall’altro, così come ogni estate non è mai uguale alla precedente: per questo è necessario valutare il momento migliore per vendemmiare.

I primi a essere raccolti – di solito attorno al 20 agosto – sono i vitigni a bacca bianca, mentre per i rossi si aspetta generalmente la metà di ottobre, a volte – tempo permettendo – anche l’inizio di novembre.

Fondamentale è l’assaggio delle uve: la polpa per capirne il grado di dolcezza, l’acidità e il tipo di aroma, fruttato o erbaceo; la buccia per valutarne il colore, l’astringenza e lo spessore; infine i vinaccioli, nonché i semini, di cui si guarda l’astringenza e il colore – se marroni significa che sono maturi.

Sembra facile e automatico, ma capire il momento della vendemmia è fondamentale per produrre un buon vino. E c’è di più: la cantina, oltre a proporre visite e degustazioni, offre anche agli amanti del vino o del territorio montano qualche alloggio.

Chiunque fosse interessato ad assistere alla stagione della raccolta può soggiornare presso uno dei due appartamenti ristrutturati lo scorso anno, che prendono il nome dagli omonimi vini della tenuta: Cosmas e Zeder.

Gli alloggi hanno una generosa capienza e possono ospitare dalle 3 alle 5 persone con prezzi a partire da 150 euro al giorno per appartamento.

Per ulteriori informazioni sui soggiorni o le visite in cantina potete visitare il sito web, scrivere all’indirizzo [email protected] oppure contattare il recapito telefonico 0471/917507.

Condividi: