Home Eventi City Nature Challenge 2023, sfida in favore della biodiversità

City Nature Challenge 2023, sfida in favore della biodiversità

city nature challenge 2023

L’edizione scorsa della City Nature Challenge ha coinvolto 445 città in tutto il mondo, con oltre 67.000 partecipanti e circa 1.700.000 osservazioni raccolte che hanno consentito di individuare più di 50.000 specie animali e vegetali.

Dal 28 aprile fino al 1° maggio si svolgerà la City Nature Challenge 2023, l’evento annuale, ideato nel 2016 dall’Accademia delle Scienze della California e dal Museo di Storia Naturale di Los Angeles, che mette amichevolmente in competizione città e cittadini di tutto il mondo.

Scopo dell’evento è coinvolgere quante più persone in tutto il Pianeta per raccogliere e segnalare il maggior numero di dati della biodiversità, ovvero tutte le specie selvatiche animali e vegetali che vivono nel territorio urbano e periurbano.

Le osservazioni naturalistiche verranno documentate attraverso foto e audio-registrazioni geolocalizzate condivise sull’app INaturalist. I dati raccolti e convalidati dalla community web con il supporto dei ricercatori saranno utili e disponibili alla comunità scientifica nazionale e internazionale.

L’iniziativa di Citizen Science aiuta lo sviluppo della conoscenza scientifica attraverso la raccolta, l’analisi e l’interpretazione di dati in modo condiviso, con ricadute rilevanti in termini di sensibilizzazione ambientale sul valore della biodiversità negli ecosistemi urbani.

Le iniziative italiane di City Nature Challenge

L’edizione di quest’anno nel nostro Paese, di cui GreenPlanner è media partner, è promossa e organizzata dal Cluster Biodiversità Italia, in collaborazione con il Cesab coinvolgerà 17 città e i rispettivi enti di riferimento:

  • Trinitapoli con ente organizzatore Cea-Casa Di Ramsar
  • Manduria con ente organizzatore le Riserve Naturali Regionali Orientate del Litorale tarantino orientale
  • Riserva naturale dello Stato e Area Marina Protetta di Torre Guaceto con ente organizzatore Consorzio di gestione di Torre Guaceto
  • Cabras con ente organizzatore Area Marina Protetta Penisola Del Sinis – Isola Di Mal Di Ventre
  • Catania con ente organizzatore Ente Fauna Marina Mediterranea
  • Milazzo con ente organizzatore Muma – Museo Del Mare
  • Messina con ente organizzatore Assocea Messina Aps
  • Napoli con ente organizzatore Città Della Scienza
  • Area Marina Protetta Punta Campanella con ente organizzatore Area Marina Protetta Di Punta Campanella
  • Area Marina Protetta Regno Di Nettuno con ente organizzatore Area Marina Protetta Regno Di Nettuno
  • Portofino con ente organizzatore Outdoor Portofino
  • Siena con ente organizzatore Museo di Storia Naturale dell’Accademia dei Fisiocritici
    Calci con ente organizzatore la Scuola Sant’Anna di Pisa
  • Milano con ente organizzatore Bam Biblioteca degli Alberi Milano – Fondazione Riccardo Catella
  • Bergamo con ente organizzatore Museo Civico di Storia Naturale di Bergamo
  • Trieste con ente organizzatore Wwf Trieste Odv
  • Trento con ente organizzatore Muse – Museo delle Scienze

La City Nature Challenge – spiega Alessandra Flore, coordinatrice del cluster e responsabile del Dipartimento di Scienze Naturali del Cesab (Centro Ricerche in Scienze Ambientali e Biotecnologie) – rappresenta un’occasione per essere cittadini scienziati e mappare il meraviglioso patrimonio di biodiversità che ci circonda e di cui siamo parte integrante, che è necessario preservare, tutti assieme, cittadini, esperti e gestori del territorio“.

Il Wwf Italia, il Wwf Young, l’Aigae (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche) e l’Afni (l’Associazione Fotografi Naturalisti Italiani) con i loro gruppi locali, contribuiranno a raccogliere i dati, nelle città aderenti all’iniziativa.

Condividi: