Home Eventi Un Fuorisalone molto verde

Un Fuorisalone molto verde

pubblicato il: - ultima modifica: 5 Settembre 2021
fuorisalone 2021
Immagine di Fuorisalone.it

Una settimana da urlo quella che Milano si appresta a vivere con il Fuorisalone (4/10 settembre). Chi ha a cuore l’arte del verde e del design prenda in considerazione queste location

Fuorisalone 2021 vuol dire anche rendere omaggio al verde, che sa essere arte e design. Ecco dove andare se si hanno a cuore questi temi.

Sagrato della chiesa di San Marco a Brera

Anche per questa edizione il sagrato della chiesa di San Marco a Brera è la casa di dOT – design Outdoor Taste – un maxi-allestimento immerso in una natura rigogliosa che trasforma dell’outdoor design & living in spazi verdi.

La quarta edizione di dOT- design Outdoor Taste – il format firmato da VGcrea in collaborazione con Myplant & Garden, EN Space network, AbleTO – prende il viaggio come tema portante e lo interpreta attraverso diverse ambientazioni: dalle spiagge agli angoli country chic, dagli scorci montani alle terrazze cittadine.

Mare, montagna, campagna e città sono esaltati dall’attento impiego di piante, alberi, arbusti e arredi selezionati: esempi di come gli spazi aperti possano diventare ispirazione di stile e fonte di relax.

Un giardino urbano, una pista ciclopedonale completano l’installazione di questo urban garden che rimarrà ad abbellire il sagrato della chiesa di San Marco a Brera dal 5 al 10 settembre. Nel chiostro della basilica anche uno show case di saperi artigianali, materiali, processi progettuali e produttivi.

Quartiere Isola/Stazione Ferroviaria di Milano Porta Garibaldi

Al Quartiere Isola va in scena il progetto l’Erbario in viaggio, una collezione di opere di artisti internazionali sul tema degli erbari e della vegetazione in movimento.

L’idea portante è che gli erbari siano vere e proprie opere d’arte e oggetto di eco-design da collezionare. Per questa occasione, saranno presentate sui grandi schermi della Stazione Ferroviaria di Milano Porta Garibaldi.

Ideatrice del progetto è Claudia Zanfi fondatrice di Green island che ha chiesto la collaborazione artistica di tanti artisti come Simone Berti (Italia); Fabiana De Barros (Svizzera); Paul Clemence (USA);  Judith Cowan (Regno Unito); Sergio Leitao (Portogallo); Dorna Lofti (Iran);  Achilleas Kentonis (Cipro); Jacopo Natoli (Italia); Sabrina Notturno (Italia);  Piet Oudolf (Olanda); Vera Pravda (Balcani); Anne Pellissier (Francia); Rossella Pezzino (Italia); Mezgeen Rashid (Iraq); Oliver Musovik (Macedonia); George Salameh (Libano); Lorella Salvagni (Italia); Vincenzo Zancana (Italia); Lois Weinberger (Austria); Xurban Collective (Turchia); Zafos Xagoraris (Grecia).

Urban oasis in centro

Si trasforma in Urban Oasis – scenografia più talk dall’8 settembre – anche lo store di via Orefici 11, lo store, che ospita i negozi monomarca di The North Face, Timberland e Napapijri: per l’edizione 2022 del FuoriSalone lo studio Vudafieri Saverino Partners in collaborazione con H. Edge, prevede al piano terra installazioni di piante integrate armonicamente con una scenografia di foglie di carta disegnate da Micol Di Palma che insieme creano un’oasi di verde urbano e introducono a un percorso immaginario e attrattivo dalle vetrine esterne, all’area di accoglienza dello store fino allo spazio più interno del negozio.

Il programma completo del Fuorisalone 2021 è consultabile online.

Condividi: