Home Green Jobs Riparte il programma sul risparmio energetico Italia in Classe A

Riparte il programma sul risparmio energetico Italia in Classe A

Italia in classe A
Immagine Enea

Riparte il programma nazionale di Enea per la promozione e l’educazione al risparmio e all’efficienza energetica.

Saper fare efficienza energetica è importante ma non si può dare per scontato che tutti sappiano esattamente cosa fare. Purtroppo, in molti hanno scarse nozioni e, pertanto, c’è molto da fare, ma anche tante possibilità di miglioramento.

Per questo Enea rilancia la campagna Italia in Classe A, finanziata attraverso i fondi del Pnrr, per promuovere la cultura dell’efficienza energetica.

Tante le attività che, nel prossimo triennio 2022-2024, saranno rivolte verso pubblica amministrazione, imprese, scuole e cittadini mettendo in risalto l’innovazione e le soluzioni tecnologiche che ne rendono possibile l’attuazione.

Si mostreranno azioni e soluzioni per promuovere l’efficienza energetica e il contenimento dei consumi energetici attraverso la diffusione delle misure di sostegno agli investimenti nel settore civile, come le detrazioni fiscali per gli interventi di efficienza energetica e il recupero del patrimonio edilizio esistente (Ecobonus, Sismabonus, Superecobonus).

Ma si parlerà anche di Conto Termico, del Fondo Nazionale per l’Efficienza Energetica, del Programma per la Riqualificazione Energetica degli edifici della Pubblica Amministrazione Centrale (Prepac) e del Programma di interventi di efficienza energetica promossi dalle politiche di coesione 2021-2027, oltre alle azioni di informazione sulle Comunità Energetiche, rivolte agli enti locali e realizzate in collaborazione con Anci.

In un contesto di crisi energetica come quello attuale, informazione e formazione diventano cruciali per accrescere l’impegno verso una nuova cultura del risparmio energetico, incoraggiando un cambio comportamentale radicale e duraturo” sottolinea il presidente dell’Enea Gilberto Dialuce.

Le iniziative a corredo del programma Italia in Classe A

Nell’ambito del programma di educazione all’efficienza energetica, verranno anche sviluppate le seguenti iniziative.

Progetto di ricreca De-Sign

Si tratta di un laboratorio urbano dedicato al design e all’abitare sostenibile con varie attività di formazione per gli operatori della filiera sull’indoor & outdoor design, focus sui nuovi materiali per l’edilizia, in collaborazione con università, studi di progettazione under 40, imprese e territori.

Mese dell’Efficienza Energetica e Donne in classe A

Il mese dell’efficienza energetica si svolgerà a novembre per promuovere un uso più consapevole dell’energia nelle abitazioni, nei luoghi di lavoro e nelle scuole.

Donne in Classe A invece vuole rafforzare il legame tra efficienza energetica, scienza e formazione a supporto delle politiche di genere.

Tra gli elementi di novità il progetto 5 passi da ingegnera, con 5 studentesse, provenienti da istituti secondari di Roma, che compiranno un viaggio nel mondo dell’ingegneria e dell’efficienza energetica.

Spazio agli opinion leader

Si rinnova anche la sezione Opinion Leader con nuovi partner provenienti dal mondo delle imprese e della Pa. Tra le azioni previste anche la realizzazione di una nuova piattaforma per accogliere contenuti personaliz­zati a seconda della categoria dell’uten­te.

Summer school

Alla Summer School Roberto Moneta dell’Agenzia Nazionale per l’Efficienza Energetica dell’Enea – in collaborazione con Isnova – si aggiungono ulteriori spazi informativi gestiti in collaborazione con il Gse.

Sensibilizzare i più piccoli

Si rinnova il portale KdzEnergy, dedicato ai ragazzi di età compresa tra i 7 e i 14 anni, che esplorerà sotto la lente della sostenibilità energetica l’ambiente domestico e urbano attraverso strumenti innovativi e tecnologici.

Enea possiede in questo settore un vasto know how grazie al quale rivestiamo anche il ruolo di Agenzia nazionale per l’efficienza energetica. Al servizio del nuovo piano metteremo tutta l’esperienza acquisita nella gestione della precedente campagna, oltre a quella legata ai progetti nel settore della riqualificazione urbana e dell’efficientamento dei processi industriali” conclude Dialuce.

Condividi: