Home Eventi Ombreggiamenti e isole di calore, se ne parla a Linee d’ombra

Ombreggiamenti e isole di calore, se ne parla a Linee d’ombra

linee d'ombra
Immagine di Linee d'Ombra

All’interno della Design Week si parlerà di isole di calore e di come gli ombreggiamenti aiutano a contrastare l’aumento delle temperature negli spazi urbani. Dove? Alla prima edizione dell’evento di design urbano Linee d’Ombra – vivere la piazza, a Milano in piazza Olivetti, dal 19 al 21 aprile

Come un corretto design urbano aiuta a mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici e a contrastare le isole di calore, il fenomeno che nelle città innalza le termperature a livelli insopportabili.

Se ne discuterà nella prima edizione di Linee d’Ombra – vivere la piazza, progetto di Alessandra Mauri e Giuliana Zoppis di Best Up che vede il patrocinio di Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, Comune di Milano e di Adi – Associazione per il Disegno Industriale – Delegazione Lombardia. GreenPlanner è media partner dell’iniziativa.

Si affronterà il tema dell’ombreggiamento e delle isole di calore, piazze e mercati, riqualificazione delle zone minerali delle città e gestione circolare dei rifiuti prodotti nella socialità urbana, rispondendo alla domanda “perché ombreggiare è di vitale importanza nelle città odierne?“.

Piazza Adriano Olivetti – nel Municipio 5 di Milano – è la location scelta per discutere del tema attraverso un evento con mercato funzionante, incontri, performance e momenti di convivialità, in programma da venerdì 19 a domenica 21 aprile durante il Fuorisalone (orari: venerdì e sabato 10-20; domenica 10-22).

I contenuti di Linee d’Ombra – vivere la piazza al Fuorisalone 2024

L’intenso palinsesto prevede momenti conviviali e culturali che si alternano e affiancano nelle tre giornate:

  • il mercato agro-alimentare
  • gli incontri con studenti, urbanisti, amministratori pubblici, paesaggisti
  • un’installazione performance sul tema delle ombre
  • la festa di chiusura con musica, poesia e ballo

Il mercato è composto da bancarelle e gazebi ombreggianti. L’allestimento si caratterizza
per l’utilizzo di arredi, accessori e complementi adatti a rendere l’intero mercato un esempio inedito di garbo e bellezza, un luogo attrezzato per consentire un’agevole e continua raccolta differenziata dei rifiuti alimentari e dei loro imballaggi-ceste-cassette, nonché l’utilizzo di contenitori riutilizzabili per la degustazione sul posto di piccoli assaggi.

L’incontro con gli studenti delle scuole e università di architettura, design, verde e paesaggio vuole favorire un dialogo produttivo tra mondo naturale e design.

Inoltre, gli studenti del Corso di Laurea Magistrale inter-ateneo in Progettazione delle Aree Verdi e del Paesaggio (Università degli Studi di Genova – Università degli Studi di Milano), presenteranno, venerdì 19 aprile alle 11, nell’area con il verde ombreggiante di piazza Olivetti, l’installazione temporanea Linee d’ombra – shadow lines.

Obiettivo dell’installazione è quello di nostrare i vantaggi di un sistema ombreggiante vegetale e artificiale per aree urbane aperte, piazze e zone in pieno sole.

Verranno inoltre discusse possibili soluzioni di riqualificazione dei banchi da mercato ombreggiati e riconvertiti (raccolta differenziata dei rifiuti, degustazione senza monouso plastico, studio di cassette riciclabili in tutta la filiera).

La prima edizione di Linee d’Ombra chiuderà domenica con una festa, un momento
aggregante che fa vivere la piazza a cittadini, studenti, visitatori e appassionati della Design Week.

Condividi: